Cultura e Spettacolo EVIDENZA

Mamma Rai celebra Studio Uno con una miniserie, in onda il 13 e il 14 febbraio

“C’era una volta Studio Uno” di Riccardo Donna, la miniserie che andrà in onda il 13 e il 14 febbraio su Rai Uno, mette in scena l’Italia degli anni Sessanta che sogna attraverso gli occhi di tre giovani ragazze che vogliono fare televisione ,ed approdano al mitico Studio Uno di Via Teulada a Roma.

La miniserie rende omaggio al varietà di Antonello Falqui, lo show più innovativo di allora, che entrava in casa degli italiani ogni sabato sera. La fiction prodotta da Rai Fiction con LuxVide, intreccia immagini di repertorio della Rai della trasmissione di Studio Uno. Infatti ogni scena che riguarderà un’esibizione o di Mina o delle gemelle Kessler, verrà mostrata allo spettatore con immagini reali. All’inizio Antonello Falqui era scettico per la mini serie, ma dopo averla vista, è rimasto soddisfatto anche per il modo in cui il suo personaggio sia stato presentato.

Giulia, Rita e Elena assisteranno alla nascita di un mito

Le tre protagoniste della serie sono: Giulia (Alessandra Mastronardi), Rita (Diana Del Bufalo) e Elena (Giusy Buscemi) che s’incontrano in Rai. La prima è lì per un provino da segretaria, le altre due sognano di fare la cantante e la ballerina. Si ritroveranno a lavorare, in modo diverso, allo show del sabato entrato nella storia della tv. La prima farà da “Cicerone” agli spettatori nel mondo della Rai e di Studio Uno con la modalità di off screen voice.

Oltre la Mastronardi, Del Bufalo e Buscemi, altri saranno i volti noti che gli amanti della fiction ritroveranno in questa miniserie

Nel cast Domenico Diele, Andrea Bosca, Gianmarco Saurino, Giampaolo Morelli, Simone Gandolfo, Enrico Ianniello e Antonello Fassari. I giovani, con questa mini serie, scopriranno un mondo che fino ad ora, gli era stato raccontato solo attraverso i ricordi dei genitori e dei nonni. Il racconto di una Rai che era la compagnia migliore sopratutto di sera, quando la famiglia si riuniva intorno al tavolo. Faceva sognare mamma Rai, insieme alle sue figure iconiche che hanno lasciato il segno nella storia della televisione ma anche nella storia del paese. Ci verrà presentata la figura di Mina, come una dea che tutti ammiravano e rispettavano, e che faceva volare tutti sulle note di Le mille bolle blu…

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi