Giugno 20, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Live – La guerra in Ucraina: la Moldavia nel mirino di Putin? Il padrone del Cremlino ora guarda alla Transnistria e la fa conoscere

Live – La guerra in Ucraina: la Moldavia nel mirino di Putin?  Il padrone del Cremlino ora guarda alla Transnistria e la fa conoscere

Alla vigilia dell’anniversario dell’invasione russa dell’Ucraina, Vladimir Putin, capo storico del Cremlino, insiste ancora sulla sua ferma convinzione che il paese di Zelenskyj “Non solo un paese vicino. È parte integrante della nostra storia, della nostra cultura e del nostro spazio spirituale“.

Tuttavia, un anno dopo, il conflitto si è impantanato più che mai. E se le battaglie continuano nel Donbass, che Mosca brama per la rabbia e l’uccisione, allora le possibilità che la Russia vinca saranno maggiori.La battaglia per i suoi confini storici, per la famiglia e per la patria.E le possibilità di vedere l’Ucraina vincere la guerra e riguadagnare tutto il territorio che ha perso dal 2014 sono così scarse da diversi mesi.

Dove finisce questo conflitto tra fratelli? Pochissimi lo sanno. Dietro le quinte, le trattative continuano. Perché qualunque cosa qualcuno dica, le due parti non hanno interrotto i contatti, direttamente o attraverso paesi terzi dalla Turchia alla Cina, attraverso gli Stati Uniti, l’Unione Europea o altri, che è l’essenza della diplomazia.

E non importa se i leader stanno ufficialmente litigando l’uno contro l’altro, minacciandosi a vicenda, anche questo fa parte della guerra. Proprio ieri, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden lo ha ripetuto chiaramente: “Sai meglio di chiunque altro qual è la posta in gioco in questo conflitto. Non solo per l’Ucraina. Ma per la libertà delle democrazie in Europa e nel mondo“Mentre l’alto rappresentante cinese Wang Yi gli ha detto a Mosca al padrone del Cremlino che”La cooperazione tra Cina e Russia è stata essenziale per la stabilizzazione della situazione internazionale […] La Cina continuerà a svolgere un ruolo costruttivo nella soluzione politica della crisiAggiunge che le sue speranze.Che tutte le parti superino le difficoltà e continuino a creare le condizioni per il dialogo e il negoziato e trovino un mezzo efficace per una soluzione politicaHo detto una fascia di legno?

READ  Luke Trollmans non dà buone notizie, ecco le sue previsioni...

Una via, la via della pace, o almeno la via dell’armistizio, è iniziata malissimo da quando Putin ha revocato il decreto sulla sovranità moldava. Il presidente russo ha già revocato un decreto del 2012 per preservare la sovranità della Moldavia sulla Transnistria, una regione separatista sostenuta da Mosca che confina con l’Ucraina e ospita le forze russe.

Non appena Vladimir Putin ha annullato il decreto che riconosceva la sovranità della Moldavia sulla Transnistria, il Ministero della Difesa russo ha pubblicato informazioni sul suo account Telegram che “Il regime di Kiev sta pianificando una provocazione armata contro la Repubblica di Moldova in Transnistria nel prossimo futuro, che sarà condotta da unità delle forze armate, comprese quelle che coinvolgono la formazione nazionale Azov..

Maggiori dettagli e informazioni nella nostra rubrica diretta dedicata alla guerra in Ucraina qui sotto: