Aprile 14, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La guerra in Ucraina: Pechino non ha consultato Kiev nella preparazione del suo piano di pace

La guerra in Ucraina: Pechino non ha consultato Kiev nella preparazione del suo piano di pace

“La Cina non ci ha consultato”, ha detto il funzionario, che ha chiesto l’anonimato, a diversi media, tra cui AFP.

Pechino ha promesso di pubblicare la sua proposta di “soluzione politica” questa settimana, giusto in tempo per il primo anniversario dello scoppio dell’offensiva russa in Ucraina il 24 febbraio 2022.

Il capo della diplomazia ucraina, Dmytro Kuleba, che ha incontrato in Germania il suo omologo cinese Wang Yi, ha rivelato martedì, a Bruxelles, che quest’ultimo “lo ha informato degli elementi fondamentali del piano di pace cinese”.

“Stiamo aspettando la ricezione di questo testo per studiarlo in dettaglio, perché non possiamo trarre conclusioni solo dopo una presentazione orale”, ha aggiunto Kleib.

Da parte sua, l’alto funzionario ucraino ha avvertito, mercoledì, che nessun piano di pace dovrebbe oltrepassare le “linee rosse” tracciate da Kiev, comprese le concessioni territoriali alla Russia, che occupa terre nell’est e nel sud del Paese. Ucraina, in particolare Crimea.

“Per l’Ucraina, le linee rosse sono i principi della Carta delle Nazioni Unite, compreso il rispetto per l’integrità territoriale dell’Ucraina”, ha detto il funzionario.

Guerra in Ucraina: Mosca e Pechino si mostrano d’accordo, in piena attesa su un piano di pace cinese

Ha avvertito che “non ci sarà alcun compromesso su nessuna terra ucraina, il presidente (Volodymyr Zelensky) lo ha detto chiaramente”.

Da parte russa, ha detto in serata il ministero degli Esteri, la Cina ha rivelato a Mosca attraverso il suo capo della diplomazia Wang Yi la sua visione di una “soluzione politica” del conflitto.

“I partner cinesi hanno condiviso con noi i loro pensieri sulle cause profonde della crisi ucraina, nonché il loro approccio alla sua soluzione politica”, ha affermato il ministero russo in una nota.

READ  Esplosione di un veicolo ibrido sperimentale a Napoli uccide i ricercatori | Fatti vari

Mercoledì scorso, Wang Yi ha tenuto colloqui a Mosca con il presidente Vladimir Putin e il suo omologo russo Sergei Lavrov.

Ma durante queste discussioni, “non si è parlato di un ‘piano (di pace)’ separato”, ha osservato il ministero degli Esteri russo.

La Cina, stretto alleato della Russia, non ha pubblicamente sostenuto né criticato l’invasione dell’Ucraina, mentre ha più volte espresso sostegno a Mosca di fronte alle sanzioni occidentali.

Ma ha anche ripetutamente chiesto il rispetto dell’integrità territoriale dell’Ucraina, mentre Mosca chiede l’annessione di cinque regioni ucraine.