Dicembre 6, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’intelligenza artificiale ora può leggere i nostri pensieri

Grazie alla ricerca condotta presso l’Università olandese di Radbound, l’intelligenza artificiale è riuscita a ricostruire i pensieri di alcune persone.

Se di solito dici: Cos’è solo la fantascienza? Prima Alcuni film di fantascienzaSe non l’hai già fatto, dovresti riconsiderare la tua posizione oggi. In effetti, tutti i giorni Le barriere tra fantasia e realtà si stanno riducendo. Ancora una volta, un grande passo è stato appena compiuto in questa direzione: Intelligenza artificiale Capace di leggere la mente di chiunque. Una svolta che potrebbe aiutare l’umanità, ma solleva anche molte domande.

Leggere chiaramente nella mente di qualcuno: non è più fantascienza

Ricordi Undici di Stranger Things? Dalla solitudine riesci a vedere i pensieri dei prigionieri in Naruto? Queste cose non accadono più solo nei film. Ma anche nella vita reale.

presso l’Università di Radbound nei Paesi Bassi, Teresa Didone, dottore in neuroscienze e intelligenza artificiale, ha potuto entrare nella testa di alcuni volontari e ricostruire i loro pensieri. Ciò è stato possibile grazie all’uso dell’intelligenza artificiale e di un file Sistema di decodifica neurale specifico. Così, la ricercatrice e le sue amiche hanno potuto ricostruire le immagini raffigurate dalle persone nella fotografia. Ma come è possibile? La scienza spiega tutto!

Leggere chiaramente nella mente di qualcuno: non è più fantascienza

Per vedere, i nostri occhi determinano la luce che viene riflessa dagli oggetti quotidiani e dalle cose che ci circondano. Quindi queste luci vengono convertite in segnali elettrici che ci viene inviato maschere di buccia, nel cervello. Lì, detti segnali attivano immagini specifiche. “Un’immagine attiverà uno schema particolare; un’altra immagine, ad esempio l’immagine di un altro volto, attiverà un altro striato. Ogni stimolo induce uno schema unico di attività cerebrale”.Spiega la dottoressa Theresa Dido.

Per catturare queste immagini, la ricercatrice e il suo team utilizzano la risonanza magnetica funzionale, ancora chiamato fMRI, che utilizza la decodifica neurale. Seguirà questo sistema di decodifica Percorso di visualizzazione E l’intelligenza artificiale sarà in grado di catturare Informazioni restituite da IRMFe luci catturate dagli occhi e dai ritmi cerebrali per ricostruire le immagini viste dai volontari.

Ricostruite le immagini dell'IA

Le immagini sottostanti sono le immagini realizzate dall’intelligenza artificiale. La ricercatrice intende continuare la sua ricerca per approfondirla.

Guarda anche: DALL-E 2: la modifica di volti reali è ora disponibile con l’IA

Progressione tra vantaggi e rischi

Anche se gli inizi sono sorprendenti, la ricerca di Theresa Dido si è concentrata solo su le foto sono state viste. Al momento, l’IA può ricostruire solo immagini visualizzate in precedenza. Non può ancora farlo Ricostruzione dell’immagine Cosa pensano le persone. Ma ci vuole solo poco tempo per realizzarlo, secondo il medico a Neuroscienze e Intelligenza Artificiale.

“Può funzionare se una persona pensa attentamente al viso, soprattutto grazie alla sovrapposizione delle funzioni neurologiche […]ma è necessario studiare ogni cervello in modo specifico perché tutti i cervelli sono diversi”.

E secondo lo scienziato, tale progresso può renderlo possibile realizzare grandi coseSoprattutto per quanto riguarda la condizione dei ciechi. Thirza Dido pensa che possa aiutare recupero della vista Per queste persone o per essere in grado Chatta con i pazienti in coma. Può essere utilizzato anche per Alcune malattie sono facili da capire Come: autismo, schizofrenia, morbo di Parkinson, depressione, ecc.

Tuttavia, se queste scoperte promettono vantaggi, non dobbiamo scartare il fatto cheSi mettono anche in posa I problemi Segretezza. Peggio, quello libertà di pensiero.

READ  Oltre ai suoi problemi di salute "è stato minato da un'indagine giudiziaria di 10 anni..."