Ottobre 5, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Linfoma non Hodgkin: sintomi, trattamento e prognosi

Il linfoma non Hodgkin è un cancro del sangue, più specificamente un cancro del sistema linfatico, che è il nostro ombrello contro le infezioni. Aggiornamento sui sintomi della malattia, le diverse fasi e i trattamenti consigliati.

Cos’è il linfoma non Hodgkin?

Il sistema linfatico è una rete che fa parte del nostro sistema immunitario. Il linfoma è un tumore del sistema linfatico e ne esistono di diversi tipi Linfoma e altri Linfoma non-Hodgkin.

Il linfoma non Hodgkin è più comune del linfoma di Hodgkin ed è associato a un difetto dei linfociti B o T (un tipo di globuli bianchi).

Quali sono i sintomi del linfoma non Hodgkin?

Il linfoma non Hodgkin può portare a pazienti sintomi non specifici come tale :

  • stanchezza insolita
  • febbre persistente
  • o perdita di appetito e peso.

Tuttavia, è possibile vedere altri segni della malattia che non sono molto specifici, come i linfonodi ingrossati corrispondenti ad un aumento delle dimensioni dei linfonodi.

Quali sono i fattori di rischio?

Le cause di alcuni tipi di cancro non sono sempre note e spesso sono molteplici e complesse. Nel caso del linfoma non Hodgkin, I motivi sono sconosciutima è ancora noto che l’insorgenza della malattia può essere particolarmente favorevole a causa di disturbi immunitari e dell’esposizione ai pesticidi nell’ambiente lavorativo.

Quali sono le fasi del linfoma non Hodgkin?

Come al solito nel cancroLo stadio 1 (I) corrisponde all’inizio della malattia e lo stadio 4 (IV) Diffusione della malattia ad altre parti del corpo. Parliamo di linfoma non Hodgkin Il primo stadio nel caso di linfonodi ingrossati (aumento delle dimensioni dei linfonodi) localizzato in una singola area linfonodale e passo 4 Quando la malattia si diffonde ai polmoni o alle ossa, per esempio.

READ  200 famiglie belghe adottano uno strano organismo unicellulare che non rassicura molto

Come si fa la diagnosi?

In presenza di segni della malattia associati o non associati a un cambiamento delle sue condizioni generali, si consiglia di consultare il proprio medico. Quest’ultimo può quindi condurre un interrogatorio e un esame clinico, ma anche, se necessario, tenere conto di esami di imaging medico (radiografia, scanner, ecc.) e biopsia.

Quali sono i trattamenti per il linfoma non Hodgkin?

I trattamenti che vengono studiati dall’équipe medica in caso di linfoma dipendono dal tipo di tumore (linfoma di Hodgkin, linfoma non Hodgkin), dal “sottotipo”, ma anche dallo stadio della malattia e dalle condizioni generali.

Pertanto, il trattamento per il linfoma non Hodgkin è determinato caso per caso e generalmente si basa sulla radioterapia e sulla chemioterapia.

Qual è l’aspettativa di vita e la previsione di recupero?

L’aspettativa di vita e la prognosi per il recupero dal linfoma dipendono dal tipo di linfoma, dal sottotipo e da altri fattori specifici del tumore e del paziente.

Tuttavia, è bene sapere che cinque anni dopo la diagnosi di linfoma non Hodgkin, tasso di sopravvivenza 85% negli uomini e 92% nelle donne, con una diminuzione continua di incidenza e mortalità per diversi anni.

Si può prevenire il linfoma?

Nel caso del linfoma non Hodgkin, le cause della malattia sono sconosciute, ma è noto che l’insorgenza della malattia può essere favorevole a causa dell’immunità indebolita e dell’esposizione a insetticidi e coloranti capillari in particolare, nell’ambiente lavorativo. Se la prevenzione del linfoma è complicata, sarà comunque possibile attenersi rigorosamente alle norme di igiene, salute e sicurezza applicabili nella propria azienda.

Recensito dalla dott.ssa Ann Christine Della Valle, MD, specializzata in malattie infettive e tropicali, igiene ospedaliera e gerontologia.

READ  20 860 pazienti ospedalizzati, le nombre de nouveaux cas stable

Fonti :