Ottobre 5, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il telescopio James Webb cattura nuovi dettagli della galassia “Fantasma”.

Il James Webb Space Telescope ha catturato una nuova ripresa della cosiddetta galassia “Fantasma” in un’immagine che mostra una specie di spirale. La straordinaria immagine è stata pubblicata dalla NASA e dall’Agenzia spaziale europea.

Tempo di lettura: 2 minuti

IlIl telescopio spaziale James Webb ha catturato nuovi dettagli della cosiddetta Galassia Fantasma in una straordinaria immagine della sua forma a spirale rilasciata dall’Agenzia spaziale europea (ESA) e dalla NASA.

Lanciato nello spazio alla fine del 2021 e operativo da luglio, James Webb da allora ha rivelato affascinanti immagini di Giove, nebulose e altre galassie lontane, fornendo agli scienziati molti dati inediti da analizzare.

Il dato pubblicato lunedì mostra M74, ovvero la Galassia Fantasma, il suo nucleo blu brillante e il suo vortice impeccabile, individuato dallo strumento MIRI, che studia il medio infrarosso ed è il risultato di una collaborazione europeo-americana.

“L’intuizione di Webb ha rivelato minuscoli filamenti di gas e polvere nei bracci luminosi a spirale che si estendono dal centro di questa immagine”, osserva sul suo sito web dell’ESA, che identifica che la galassia è stata effettivamente osservata dal leggendario telescopio spaziale Hubble, che è stato lanciato nel 1990 e oltre, ancora funzionante.

L’Agenzia Europea, che ha co-sviluppato il telescopio con la NASA, ha anche osservato che la “mancanza di gas” consente una visione più chiara delle stelle al centro della galassia, che si trova a circa 32 milioni di anni di distanza. – Luce nella costellazione dei Pesci.

Conosci le stelle

I dati raccolti “permetteranno agli astronomi di determinare le regioni della galassia in cui si stanno formando le stelle, misurare con precisione la massa e l’età degli ammassi stellari e comprendere meglio la natura dei piccoli granelli di polvere che si spostano nella galassia”, ha affermato l’Agenzia spaziale europea.

Un gioiello di ingegneria del valore di 10 miliardi di dollari, il James Webb Telescope effettua le sue osservazioni a 1,5 milioni di chilometri dalla Terra.



La scorsa settimana i ricercatori hanno annunciato di aver rilevato per la prima volta la presenza di anidride carbonica nell’atmosfera di un esopianeta, cioè un pianeta al di fuori del nostro sistema solare.

READ  Un'altra settimana fredda con poche docce