Aprile 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Licenze, controversie e finanziamenti: 777 Partners, azionisti di Standard, sollevano sempre più domande

Licenze, controversie e finanziamenti: 777 Partners, azionisti di Standard, sollevano sempre più domande

Si tratta di uno striscione innalzato dagli Ultras dopo la sconfitta contro il Westerlo (2-1), nei pressi dello Stadio Maurice Dufrasne, con sopra scritta la seguente scritta: “777:28/78 Il tuo record è alto quanto la tua incompetenza!!! Quasi due anni dopo l’acquisizione di Standard, 777 Partners è diventato un azionista sempre più conteso.

Non passa partita senza che i tifosi del Liegi chiedano la partenza della squadra americana, che allena anche Hertha Berlino, Genoa, Vasco da Gama, Stella Rossa, Victory Melbourne e Siviglia.

Nelle ultime settimane la società con sede a Miami, guidata da Josh Wander, è stata oggetto di interrogativi sulla sua reale solidità finanziaria. È chiaro che queste domande riguardano il futuro dello Standard e la concessione della sua licenza per la prossima stagione. Domenica, dopo la sconfitta contro l'Union (2-1), Pierre Lochte, amministratore delegato della Standard, ha rinnovato la sua fiducia nell'ottenimento del sesamo necessario. La commissione sta esaminando i dossier presentatile a marzo e al momento non sembra esserci alcuna luce rossa.

777 Partners contesta l'importo della tranche dovuta a Bruno Finanzi

Ma la procedura non è ancora iniziata, e i ritardi nei pagamenti, a cui Liegi si è abituata ultimamente (stipendi, fornitori), o altre scoperte, potrebbero complicare la questione. Periodicamente emerge la voce che Bruno Finanzi, l'ex presidente, potrebbe riscattare Standard se 777 Partners non si impegna a pagare la seconda delle tre rate del subentro, prevista per il 20 aprile.

Bruno Finanzi e Josh Wander, a Slessen, durante la consegna dello Stendardo. ©Belga

I proprietari americani negano di aver firmato un simile accordo. Contestano il dovuto a Venanzi, a causa dello sviluppo di vecchie pratiche non ancora completate al momento della vendita: la rettifica fiscale a seguito del Footgate; Disaccordo con Alexandre Grosjean, ex direttore generale; Il pagamento per i diritti televisivi non è stato completato dopo le trattative con la banca tedesca Raisin Bank.

Prestito da rimborsare?

Il confronto tra gli avvocati delle due parti finirà in tribunale? Non è impossibile. Ciò potrebbe essere in conflitto con la concessione di una licenza? Finché si tratta di 777 Soci e Finanziari no, è stato detto al comitato. Ma se qualche mancato pagamento mettesse il club in difficoltà, o se i conti venissero bloccati di nuovo, come è successo nel recente passato, sarebbe una cosa molto brutta…

READ  Le ultime indiscrezioni di trasferimento 30/06: Bright - Molika - Coda - Nene - Guillaume - Boffin - Reira - Jean

Tuttavia, l'ex presidente, che non vuole rilevare il club – almeno a livello esecutivo – ma tiene d'occhio i suoi interessi, avrebbe prestato 3 milioni di euro a 777 Partners, indipendentemente dalla vendita, e avrebbe lo ha fatto. L'intero importo non è stato ancora rimborsato. Anche altri fornitori, che non vengono pagati, possono uscire allo scoperto per far valere i propri diritti. Ma da parte dei 777 partner, la fiducia rimane fondamentale, come nel caso di altri ambiti che operano a livello internazionale.

Everton, un accordo di buyout condizionato espressamente alla perdita (o meno) di punti

E sono molti. Il primo è l'acquisizione dell'Everton. Dopo aver raggiunto l'accordo, a metà settembre, con Farhad Moshiri, per acquisire il 94% delle azioni del Liverpool FC, la Premier League inglese non ha ancora dato il via libera, dopo più di sei mesi. Questo ritardo è dovuto a due ragioni: la prima riguarda le risorse finanziarie fornite da 777 Partners.

A differenza del Belgio, dove la continuità del club deve essere garantita di stagione in stagione, l'organismo di vigilanza inglese richiede continuità su un periodo di tre anni a livello finanziario. C’erano diversi elementi preoccupanti che richiedevano ulteriore documentazione. Ma Josh Wonder e la sua squadra potranno presto spiegare la loro posizione ai dirigenti della Premier League inglese, secondo il quotidiano britannico volte.

Il ramo riassicurativo che assicura gli acquisti del club…

Inoltre, sembra che se la procedura è durata più a lungo, è stato anche a causa del rischio di perdere punti, per l'Everton, a causa di una spesa superiore a quella autorizzata – un fatto indipendente da 777 Partners. Al termine della procedura, la penalità è stata ridotta da 10 a 6 punti la scorsa settimana. Se verrà mantenuto, e l’effetto sarà quello di portare l’Everton in campionato, il valore del club non sarà lo stesso.

READ  Un jeune garçon lui emprunte son portable pour "passer un appel" et se vire 1.600 euros sur son compte

Ma questo episodio è solo un elemento tra gli altri nel dossier di acquisizione dell'Everton. Perché i problemi americani sono tanti, secondo molti media investigativi. Josimari media norvegesi, pubblicano regolarmente articoli Mettendo in discussione il valore del gruppo, in gran parte finanziato da una controllata, 777Re, un fondo di riassicurazione con sede nelle Bermuda, che ha permesso indirettamente l'acquisto dei club.

…ma perde una risorsa importante (A-CAP)

Tuttavia, il rating di 777Re è stato declassato da un organo di vigilanza indipendente (AMBest) a causa di investimenti ritenuti troppo rischiosi. Kenneth King, presidente della A-CAP, compagnia di assicurazioni e investimenti che ha contribuito in gran parte al finanziamento di 777Re, ha annunciato questo giovedì il ritiro della sua compagnia per proteggerla dalle turbolenze, secondo il quotidiano britannico “Daily Mail”. L'atleta.

Questo ritiro è un'importante fonte di finanziamento inferiore per 777 Partners, che, come ricordiamo, vuole raccogliere l'equivalente di 200 milioni di euro per lo sviluppo della sua filiale calcistica. Come ? Questa è un'altra questione, che diventerà complicata, soprattutto se l'Everton non verrà integrato.

Partenze consecutive

Un certo stato di instabilità colpisce anche le fila americane, tanto che, secondo… SemaforiMedia americani: il direttore finanziario del gruppo, Damian Alvala, si è dimesso, mentre le procedure per l'acquisizione dell'Everton non sono ancora state completate, e molte domande accompagnano il gruppo americano, comprese le questioni sportive (e finanziarie) degli altri club non standard che non sono più felici.

Josh Wander è all'Everton da circa dieci giorni. Ma lo si trova raramente a Liegi. ©Pietro Byrne

Se Johannes Spurs e Don Dransfield, direttori sportivi e general manager della divisione calcistica di 777 Partners – con sede a Londra – vengono regolarmente a vedere le partite casalinghe dello Standard, lo stesso non si può dire di Josh Wander. L'amministratore delegato del gruppo, che nelle ultime settimane ha visitato Londra per la candidatura all'Everton, non si reca a Liegi da diversi mesi.

READ  Michael Woods: "Era come correre ai tempi del Covid"

L'assenza e il silenzio hanno ulteriormente offuscato il rapporto con i tifosi del Liegi, che vedono in 777 Partners un partner sempre meno credibile. Quale sarà il parere del comitato delle licenze? Una risposta è prevista nel mese di aprile.

A quanto è stata riacquistata la Standard?

Quando, quasi due anni fa, fu annunciata ufficialmente l’acquisizione di Standard da parte di 777 Partners, la cifra in circolazione era di circa 50 milioni di euro. Il valore di questa somma sembra essere stato ben superiore a quanto pagato dalla società americana, per un'acquisizione divisa in tre parti: azioni Bruno Finanzi, stimate poco più di 10 milioni di euro; Acquisizione della proprietà dello stadio per 11 milioni di euro; L'importo della ricapitalizzazione, prevista per 15 milioni di euro, era previsto in un documento firmato da 777 Partners quando Standard passò in mano americana.

Ma il socio ha invece puntato su un aumento di capitale da 5 milioni di euro, sperando che il management locale tragga inizialmente profitto dai risultati sportivi e dai trasferimenti. Se ha investito ben 40 milioni di euro da quando è arrivato alla guida del Liegi e ha inviato una lettera di cordoglio al comitato delle licenze per garantire la continuità del club, 777 Partners ha senza dubbio perso una prima occasione per iniziare la sua avventura in panchina della Mosa nella primavera del 2022.

Dietro le quinte, a Slesin, siamo infatti consapevoli che un'iniezione più grande, fin dai primi giorni, avrebbe potuto agevolare il processo di recupero, in un contesto sportivo gravato da una stagione 2021-22 di tutti i (brutti) record. Intanto le perdite sono ancora consistenti (più di 20 milioni di euro) e i risultati sportivi non tengono il passo.