Maggio 18, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’ex capo del Pentagono ha influenzato: Trump ha preso in considerazione l’idea di bombardare i laboratori di droga in Messico

Secondo alcuni estratti dal libro citato dal New York Times, il presidente degli Stati Uniti credeva all’epoca che gli Stati Uniti potessero affermare di non essere la fonte di un tale attacco missilistico sul suolo messicano, afferma MS Esper, che ha servito come presidente degli Stati Uniti Donald Briscola. Ministro della Difesa tra luglio 2019 e novembre 2020.

L’ex inquilino della Casa Bianca avrebbe chiesto due volte se le forze armate potessero “sparare missili in Messico per distruggere i laboratori di droga”, come ha scritto Mark Esper nel suo libro di memorie, “Holy Oath.”), sostenendo che i commenti di Donald Trump lo hanno lasciato senza parole.

Donald Trump aveva deciso di licenziare Mark Esper nel novembre 2020, pochi giorni dopo l’annuncio dei risultati delle elezioni presidenziali statunitensi.

I rapporti tra il focoso presidente settantenne e il suo ministro sono tesi da quando alcuni mesi fa il capo del Pentagono si è pubblicamente opposto al dispiegamento dei militari per reprimere le manifestazioni antirazziste nel Paese.

In altri estratti dalle sue memorie, Mark Esper scrive che a margine di queste manifestazioni nel giugno 2020, il presidente era così arrabbiato per essere entrato nello Studio Ovale: “Non puoi semplicemente sparargli? Qualcosa”.

READ  Le sue gambe sono state amputate dopo l'esplosione di una mina cinque settimane fa e Oksana si sposa in Ucraina