Luglio 24, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’enorme sfogo di Jerome Pinault sul dominio Jumbo-Visma: “Vedo delle cose ma nessuno dice niente”

L’enorme sfogo di Jerome Pinault sul dominio Jumbo-Visma: “Vedo delle cose ma nessuno dice niente”

Nei Grandi Giri degli ultimi anni c’è spesso una formazione Jumbo-Visma e poi… tutte le altre formazioni. Alla Vuelta 2023 è ancora più chiaro perché la squadra olandese è tra le prime tre in classifica generale, Bacio di settembre Davanti ai suoi leader Primoz Roglic et al Jonas Vingegaard. È chiaro che un controllo così atroce solleva interrogativi e spinge alcune persone ad abbandonare la loro tradizionale reticenza. Ciò è particolarmente vero nel caso dell’ex velocista Jerome Pinault, che ha suscitato un enorme grido RMCdurante la trasmissione Grandi bocche di sport.

Vincitore di una tappa del Giro, il francese ha messo in discussione direttamente e brutalmente la formazione Jumbo-Visma. Per lui non si tratta di steroidi, ma di un vantaggio meccanico: “Ciò che mi dà fastidio è la mancanza di chiarezza riguardo ai budget e la mancata attuazione dei tetti salariali. Gli organismi internazionali stanno uccidendo il nostro sport. Permettono che accadano troppe cose e sono alla mercé di queste grandi squadre. Questo è il pericolo . Dopodiché dubitiamo di ciò che vogliamo. Guarda le foto… Non sto parlando di steroidi ma di peggio. Meccanica? Sì, la meccanica.

C’è chiaramente una domanda su questi attacchi che potrebbero suscitare scalpore, e lui stesso si è spiegato con un esempio concreto per sostenerlo: “Sepp Koss ha accelerato a Tourmali due giorni fa, 10 km/h più veloce del gruppo davanti a lui dove c’erano pepite come Juan Ayuso… Koss arriva 10 km/h più veloce. C’è uno spettatore che fa un passo avanti,” aziona i freni e si muove velocemente 10 km/h più velocemente. Nel tormalo. Come lo spieghi? Come puoi spiegarmelo?Si sta preparando ed è ancora sul set di RMC.

READ  Gli ultimi trasferimenti e le voci di mercato 18/07: Ibrahimovic - Dybala - Tisudale - Caldara - Falcon - Askelsen - Branthuite - Shankland.

Inevitabilmente, parallelamente a un dato Lance Armstrong Chiudi e Pino non tarda a fare il nome della vittima della peste americana: “Possiamo ricordare che alcune autorità hanno bisogno di soldi per vivere. È il mio sport, vivo di esso e ho vissuto di esso. È la mia passione, ma temo che mi preoccupi molto. Vedo delle cose… Al Col de Spandelles l’anno scorso ho visto Seb Coss fermarsi dieci secondi senza pedalare. Non so come farlo, mi chiedo. Come lo fanno? Sono stato lì in questo ambiente non molto tempo fa. Le discussioni sull’autobus non riguardavano ciò che stavano facendo durante l’allenamento. E non erano solo le squadre più piccole a lamentarsi. Ma nessuno dice niente. Non ci sono prove, ma neanche per Armstrong ce n’erano… Stiamo aspettando di affrontare il muro. “Potrebbe essere troppo tardi.”