Dicembre 7, 2021

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’aumento dei prezzi pareggia la vendita al dettaglio negli Stati Uniti; La domanda di beni è forte

  • Le vendite al dettaglio sono aumentate dello 0,7% a settembre
  • Contribuito all’aumento degli incassi dei prezzi più elevati
  • Le principali vendite al dettaglio sono aumentate dello 0,8%; Agosto è stato leggermente elevato

WASHINGTON, 15 ottobre – Le vendite al dettaglio negli Stati Uniti sono aumentate inaspettatamente a settembre poiché i veicoli a motore più costosi hanno aumentato le entrate presso i concessionari di automobili, ma si teme che la carenza di merci possa interrompere la stagione dello shopping festivo.

Con un sorprendente aumento dell’inflazione, il sorprendente aumento delle vendite al dettaglio annunciato dal Dipartimento del Commercio venerdì non ha cambiato le aspettative degli economisti secondo cui la spesa dei consumatori potrebbe probabilmente essere fermata nel terzo trimestre. Le vendite aggiustate per l’inflazione moderatamente elevate del mese scorso sono state incluse nel calcolo del PIL.

“Il solido rapporto sulla vendita al dettaglio riflette sia la resilienza dei consumatori che l’aumento dei prezzi”, ha affermato Sal Quateri, economista senior presso BMO Capital Markets a Toronto. “La preoccupazione principale ora è che le interruzioni della catena di approvvigionamento e le carenze dei microchip sembrano diffondersi, limitando la selezione e riducendo la domanda di beni”.

Le vendite al dettaglio sono aumentate dello 0,7% il mese scorso. I dati di agosto sono stati rivisti al rialzo rispetto a quanto precedentemente annunciato, con le vendite al dettaglio in aumento dello 0,7% invece dello 0,7%. Gli economisti, condotti da Reuters, hanno previsto che le vendite al dettaglio diminuiranno dello 0,2%. I prezzi al consumo sono aumentati dello 0,4% a settembre.

La carenza globale di microchip sta costringendo le case automobilistiche a ridurre la produzione, il che a sua volta porta a una carenza di scorte negli showroom, che a sua volta fa aumentare i prezzi. La carenza di semiconduttori ha anche colpito la fornitura di elettronica e apparecchiature. La congestione nei porti a causa della carenza di manodopera significa meno articoli sugli scaffali che entrano nella stagione dello shopping natalizio, il che limita la scelta degli acquirenti.

READ  Le 10 migliori immagini per imparare l'italiano • Generation Travel

Lo ha annunciato mercoledì il presidente degli Stati Uniti Joe Biden Il porto di Los Angeles si unirà ai due porti di Long Beach più trafficati della nazione nell’espansione delle operazioni 24 ore su 24 per importare 500.000 container di merci. Per saperne di più

I costi si sono spostati dai servizi ai beni durante l’epidemia del governo 19, interrompendo le catene di approvvigionamento. Il ciclo per servizi come viaggi e ristorazione è stato lento poiché le infezioni da virus corona sono riemerse in estate guidate dalla variazione del delta.

La vendita al dettaglio è costituita principalmente da beni, servizi tra cui salute, istruzione e sistemazione alberghiera, che costituiscono il resto della spesa dei consumatori.

Gli economisti si aspettano che i consumatori inizino presto i loro acquisti natalizi per evitare scaffali vuoti, il che potrebbe aumentare le vendite al dettaglio a ottobre. I costi rimangono elevati nonostante la scarsa fiducia dei consumatori, grazie alla forte ricchezza delle famiglie e agli aumenti salariali dovuti a un mercato del lavoro ristretto.

Un sondaggio dell’Università del Michigan di venerdì ha ulteriormente smorzato il sentimento dei consumatori all’inizio di ottobre a causa dell’epidemia senza fine e delle battaglie politiche a Washington sul tetto del debito del governo federale e l’alto costo delle infrastrutture e dei progetti sociali.

Veronica Clark, economista di Citigroup a New York, ha dichiarato: “Questo mese e il prossimo saranno i più forti e, a causa della carenza di telegrafi, i consumatori inizieranno gli acquisti natalizi prima del solito”. “Questo effetto, e i potenziali limiti all’offerta di obbligazioni, porteranno quindi a un calo delle vendite al dettaglio a novembre e dicembre”.

I rivenditori sono cauti e ottimisti sul fatto che la carenza non farà deragliare le festività natalizie.

READ  Biden Crafts A Climate Plan B: agevolazioni fiscali, regolamentazione e azione statale
20 maggio 2021 Le persone acquistano vestiti in una catena di negozi di destinazione a Westbury, New York, USA. REUTERS / Shannon Stapleton

“Abbiamo registrato importazioni record quest’anno e possiamo affrontare queste sfide collettivamente per garantire una vacanza sana e felice”, ha affermato Matthew Shay, presidente della National Retail Association a Washington.

Le azioni sono state scambiate in rialzo a Wall Street. Il dollaro è caduto contro il paniere di monete. I prezzi dei titoli del Tesoro USA sono bassi.

Grafica Reuters

Aumento degli scontrini automatici

A settembre, le vendite presso i concessionari di auto sono scese dal 3,3% allo 0,5% ad agosto. Poiché le vendite unitarie sono diminuite, l’aumento delle entrate ha riflesso l’aumento dei prezzi.

Il prezzo medio di un nuovo veicolo a motore ha superato i 45.000 dollari per la prima volta a settembre, secondo un rapporto pubblicato questa settimana da Kelly Blue Book, una società di valutazione e ricerca sui veicoli con sede in California.

Le vendite al dettaglio online sono aumentate dello 0,6%. Le vendite nei negozi di abbigliamento sono aumentate dell’1,1%. Più lavoratori tornano negli uffici dopo le vacanze del Labor Day e potrebbero aver bisogno di un nuovo guardaroba dopo aver lavorato da casa per più di un anno. Gli incassi nei negozi di materiali da costruzione sono aumentati dello 0,1% ei negozi di mobili dello 0,2%.

Le vendite nelle stazioni di servizio sono aumentate dell’1,8% a causa dell’aumento dei prezzi della benzina. Sono aumentati gli incassi da articoli sportivi, intrattenimento, strumenti musicali e librerie.

Con il calo delle infezioni da virus corona, il flusso di traffico verso ristoranti e bar è aumentato, aumentando le vendite dello 0,3%. Ristoranti e bar sono l’unico tipo di servizio nella dichiarazione di vendita al dettaglio. Le vendite nei negozi di elettronica e di elettrodomestici sono diminuite dello 0,9%.

READ  Stati Uniti e Southwest Airlines respingono il divieto del Texas sugli ordini di vaccinazione

Escludendo automobili, benzina, materiali da costruzione e servizi di ristorazione, le vendite al dettaglio sono aumentate dello 0,8% ad agosto dopo un aumento del 2,6%. La cosiddetta vendita al dettaglio all’ingrosso è molto strettamente allineata con le componenti di costo al consumo del PIL.

Gli economisti ritengono che la spesa dei consumatori abbia rappresentato oltre i due terzi dell’attività economica statunitense nel terzo trimestre, dopo un forte tasso di crescita annuale del 12,0% nel periodo aprile-giugno. Le stime di crescita della spesa dei consumatori per il terzo trimestre sono spesso inferiori al tasso del 2,0%.

La crescita del PIL nel trimestre luglio-settembre è stata nettamente compensata da un tasso di crescita del 6,7% nel secondo trimestre. Le previsioni di crescita per il terzo trimestre dovrebbero accelerare dall’1,3% al 4,0%. Parte del previsto rallentamento della crescita riflette la scomparsa dello stimolo da trilioni di dollari in aiuti alle epidemie del governo.

“L’inflazione avrà un impatto importante sulla crescita reale della spesa dei consumatori nel terzo trimestre”, ha affermato Shannon Siri, economista presso Wells Barco a Charlotte, nella Carolina del Nord. “Con l’aggravarsi della crisi della catena di approvvigionamento, la sfida principale per il quarto trimestre sarà quella di trovare tutto nella lista della spesa”.

Relazione di Lucia Mudigani; Montaggio di Sisu Nomiamma, Paul Simao e Andrea Richie

I nostri standard: Politiche della Fondazione Thomson Reuters.