Agosto 8, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La toccante testimonianza di Marie France, colpita dall’alluvione a Liegi, inquieta gli organizzatori

A Viva for Life, Sarah, Marco e Ophele sono tutti commossi dalla toccante testimonianza di Marie France, logopedista, madre di Yassine e Leila. Le loro famiglie sono cadute in pericolo durante la notte dalle inondazioni di luglio.

Luglio 2021: il Belgio è stato colpito da alluvioni storiche. Questo disastro naturale ha colpito molte famiglie che prima di questo evento non avevano nulla. Da allora hanno perso quasi tutto, come Marie France Müller, logopedista in educazione specializzata, e ha Yassin e Laila.

cadere in povertà

Marie France ricorda perfettamente la sensazione che ha avuto quando ha scoperto l’entità del danno: “Quando scoprirai la tua casa (ndr: che dovrà essere ristrutturata o ricostruita), i muri e i giocattoli per bambini di poco valore materiale ma di grande valore affettivo, a un certo punto dovrai confrontarli con i fatti: tutto sarà alla porta. Non abbiamo scelta. “.

Ciò che stupisce gli animatori in questa testimonianza è l’osservazione che la povertà può colpire tutti, anche le famiglie apparentemente agiate.

“Venivamo da un ambiente dove non sempre era una gloria, ma sapevamo garantire certe cose” Il logopedista spiega nel rapporto. “Ora non sappiamo più garantire tutto questo. Quando andiamo a fare la spesa, fa capire a suo figlio che vuole qualcosa e che purtroppo non potremo dargliela, non è facile”.

Siamo passati dall’altra parte ed è molto complicato.

Da parte sua, Leila, nonostante la sua giovane età, mostra resilienza e sostiene la madre a tutti i costi: “Capisco che è difficile, che dobbiamo ricostruire la casa e che è costosa. risparmiare per il resto.

Paura di chiedere aiuto

Nel 2020, Marie France e i suoi figli hanno donato a Viva for Life. Nel 2021 hanno bisogno delle associazioni che li accolgano per aiutarli a superare le difficoltà.

READ  I finalisti di Miss Belgique sont bien arrivées en Égypte... et ont dû être escortées per la polizia!

“Viva per la vita è conosciuto dai bambini. È qualcosa che ci sta a cuore. Come altre cose a livello di beneficenza, abbiamo condiviso” Spiega questa madre di Liegi. La povertà è anche un problema complesso che si ripercuote sull’aspetto psicologico, come attesta Marie France. Era riluttante a chiedere aiuto.

Era molto, molto difficile chiedere aiuto. La prima volta che sono andato in un centro di donazione è stato orribile. È anche la persona che è venuta da me perché ha capito che non sapevo nemmeno cosa fare.

Ai piedi del muro, questa madre ha osato crollare condividere Liegi. “Non abbiamo scelta: se vogliamo mangiare, dare cose ai bambini, dobbiamo passare attraverso questo” Sottolinea.

La povertà si vede, anche se a volte è nascosta dalla paura dello sguardo altrui

Dopo le alluvioni, un euro equivale a un euro. È un peccato, ma mi rendo conto che a volte i bambini vanno a scuola con un insolito cestino per il pranzo. Mettendoci dentro quello che abbiamo, siamo arrivati ​​al punto.

Yassin e Leila sognano di poter fare di nuovo attività all’aria aperta, come andare ai parchi di divertimento e agli zoo.

Questa testimonianza ha colpito nella stessa misura Sarah de Padovae Ofili Fontana e Marco Lhuillier colui il quale Renault GodartcantanteYukons, che è anche insegnante presso la scuola di San Giuseppe, è stato anche danneggiato dalle alluvioni. È uno dei primi testimoni della povertà di alcuni bambini. La mancanza di cibo nel cestino del pranzo non inganna il loro atteggiamento: “I bambini che di tanto in tanto non hanno materiale scolastico è la prima cosa da mettere da parte. Quando si tratta di cibo, questi sono i campanelli d’allarme”.

inondazioni di metà luglio Ha anche raggiunto un gran numero di persone che vivono in povertà, ancora una volta chiaramente per evidenziare la disuguaglianzaS socialeS.

READ  Guarda una situazione inaspettata che ha fatto ridere così tanto Johnny Depp (video).

È importante sapere: fino al 31 dicembre 2021, qualsiasi donazione di almeno 40 euro dà diritto a una detrazione fiscale del 45%.

Donando ad esempio 100€, pagherai effettivamente 55€.

Newsletter FIFA per la vita

Nel processo, segui gli animatori del cubo Viva for Life e guarda quali sfide sono state raggiunte.

ok