Giugno 24, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La sonda cinese, lanciata all’inizio di maggio, è atterrata sul lato nascosto della Luna

La sonda cinese, lanciata all’inizio di maggio, è atterrata sul lato nascosto della Luna

La New China News Agency (Xinhua) ha dichiarato domenica 2 giugno, citando l’Amministrazione spaziale cinese, che la sonda lanciata dalla Cina il 3 maggio 2024 è atterrata sul lato nascosto della Luna per raccogliere campioni. Si tratta di un successo per l’ambizioso programma del Paese che mira a raggiungere i leader americani e russi.

La sonda Chang’e-6, decollata dal Wenchang Space Launch Center sull’isola tropicale di Hainan, è atterrata come previsto nell’imponente bacino antartico-Aitken, uno dei più grandi crateri conosciuti nel sistema solare. Questa missione della durata di 53 giorni, secondo l’agenzia governativa, dovrebbe consentire il prelievo dei primi campioni dal lato nascosto della Luna, un’area raramente esplorata del satellite terrestre.

La sonda tenterà di raccogliere materiali lunari e di condurre altri esperimenti nella sua area di atterraggio. Per fare ciò, il dispositivo sarà in grado di utilizzare il suo trapano per recuperare campioni dal sottosuolo, così come il suo braccio robotico per raccogliere il materiale direttamente in superficie, in questo caso. Xinhua ha affermato che il processo dovrebbe essere completato nei prossimi due giorni. Chang’e-6 tenterà quindi di partire dal lato nascosto della Luna.

Leggi anche | Il materiale è riservato ai nostri abbonati Perché tornare sulla Luna?

Nel 2019, la Cina aveva già posizionato un dispositivo sul lato nascosto della Luna, ma non aveva restituito alcun campione. Gli scienziati ritengono che il lato nascosto della Luna – così chiamato perché non è visibile dalla Terra e non perché non cattura mai la luce solare – sia molto promettente per la ricerca, perché i suoi crateri sono meno coperti da antiche colate laviche rispetto a quelli vicini e lontani. Aspetto visivo. Quindi potrebbe essere più semplice raccogliere campioni lì, per capire meglio come si è formata la Luna.

READ  La guerra in Ucraina: Volodymyr Zelensky ha smentito personalmente le voci sulla sua salute

“I campioni raccolti da Chang’e-6 avranno un’età geologica di circa quattro miliardi di anni.”ha spiegato Ji Ping, vicedirettore del Centro cinese per l’esplorazione lunare e l’ingegneria aerospaziale.

Già tanti successi spaziali per la Cina

La Cina ha notevolmente ampliato i suoi programmi spaziali sotto la presidenza di Xi Jinping e ha investito miliardi di dollari nel settore nel tentativo di raggiungere i leader di Stati Uniti e Russia. Ha già registrato numerosi successi, in particolare la costruzione della stazione Tiangong (“Palazzo Celeste”) dove ad aprile è stato inviato un nuovo equipaggio di tre astronauti.

La Cina ha anche fatto atterrare un rover (un piccolo veicolo robotico) su Marte. È anche il terzo paese al mondo a mandare un essere umano nello spazio da solo. Pechino punta a inviare una missione con equipaggio sulla Luna entro il 2030 e prevede di costruire lì una base.

Leggi anche | Il materiale è riservato ai nostri abbonati Russia e Cina firmano un accordo per istituire una futura stazione lunare

I rapidi progressi del programma spaziale cinese preoccupano Washington. Ad aprile, Bill Nelson, capo della NASA, confermò che gli Stati Uniti erano impegnati in un’operazione ” giro “ Con la Cina. “Crediamo che gran parte di quello che chiamano il loro programma spaziale civile sia in realtà un programma militare”.Lo ha detto davanti a una commissione competente per la spesa della Camera dei Rappresentanti a Washington.

Il mondo con l’Agence France-Presse