Dicembre 2, 2021

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La pressione sulla Cina sta aumentando

Dalle Nazioni Unite alla Casa Bianca, passando per gli organismi mondiali del tennis, si moltiplicano gli atteggiamenti per chiedere alla Cina di far luce sulla scomparsa del tennista cinese Peng Shuai, che non ha mostrato segni di vita dall’inizio di novembre.


►►► Leggere: Il tennista Peng Shuai è scomparso dopo essere stato violentato


La 35enne, ex numero uno mondiale nel doppio e stella del suo Paese, è scomparsa dopo aver accusato l’ex vice primo ministro Zhang Gaoli – che dal 2013 al 2018 è stato uno dei sette politici più potenti della Cina – di averla costretta nel sesso prima di tre anni, prima che la nominasse sua amante. Il messaggio è stato rapidamente cancellato.

Venerdì, tramite la portavoce della Casa Bianca Jen Psaki, gli Stati Uniti si sono annunciati ‘Molto preoccupato’ Il destino del giocatore cinese. Washington chiede a Pechino di fornire “Evidenza verificabile” e “indipendente” per quanto riguarda la sicurezza e il luogo in cui si trova l’atleta. Come ha annunciato giovedì il presidente degli Stati Uniti Joe Biden,considerare” un Boicottaggio diplomatico delle Olimpiadi invernali in programma a febbraio a Pechino, per protestare contro le violazioni dei diritti umani in Cina.

Lo farà, ha detto una portavoce dell’Ufficio dell’Alto Commissario per i diritti umani, Lise Throssell, in una conferenza stampa a Ginevra venerdì. “È importante avere una prova di dove si trova (Peng Shuai) e vedere se sta bene […] Chiediamo un’indagine trasparente sulle sue accuse di violenza sessuale.ha insistito lei.

La scomparsa del giocatore cinese ha scatenato una crescente ondata di reazioni. La WTA, l’organo di governo mondiale del tennis femminile, ha chiesto un’indagine “trasparente e corretto”Al punto da minacciare la Cina di non comparire più nel cerchio dei pianeti. Diversi grandi nomi del tennis hanno anche espresso le loro preoccupazioni sui social network con l’hashtag #WhereIsPengShuai.

READ  L'azione sfortunata di Hazard in C1 contro il mostro di Haller