Aprile 14, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Polonia respinge un nuovo pacchetto di sanzioni dell’UE contro la Russia: “Troppo leggero, troppo debole”

La Polonia respinge un nuovo pacchetto di sanzioni dell’UE contro la Russia: “Troppo leggero, troppo debole”

ILFonti diplomatiche affermano che la Polonia sta ancora impedendo, oggi, venerdì, l’adozione della decima serie di sanzioni europee contro la Russia per la sua invasione dell’Ucraina. L’Unione Europea ha voluto simbolicamente confermare questo decimo “pacchetto” di sanzioni nel primo anniversario dell’invasione, il 24 febbraio.

Giovedì fonti diplomatiche hanno affermato che gli ambasciatori dei 27 Paesi hanno approvato tutte le nuove sanzioni proposte dalla Commissione europea, “ad eccezione di un elemento” che resta da “chiarire con la Commissione”. I rappresentanti degli Stati membri si sarebbero incontrati venerdì mattina.

Leggi anche La guerra in Ucraina: mappe e video per capire come evolve il conflitto

Le nuove sanzioni includono ulteriori restrizioni alle esportazioni verso la Russia per un valore di 11 miliardi di euro, il congelamento dei beni di tre banche e diverse entità, tra cui società iraniane accusate di fornire droni a Mosca. Ma la Polonia considera particolarmente insufficienti le restrizioni proposte sulle importazioni di gomma sintetica dalla Russia utilizzata nei pneumatici, hanno affermato le delegazioni di quattro Stati membri. Il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki ha descritto l’ultimo round di sanzioni dell’UE contro la Russia come “molto leggero, molto debole”.

Leggi anche Ucraina, Anno dell’invasione: Europa, Tragico raggiungimento della maggiore età

Ha spiegato che l’Italia chiede un lungo periodo di transizione per poter diversificare l’offerta dell’industria dei pneumatici, bocciata da Varsavia.

READ  I leader europei appoggiano la candidatura dell'Ucraina: un 'momento storico' di Volodymyr Zelensky

Secondo loro, il blocco della Polonia “punisce l’Europa”. Stati Uniti e Regno Unito hanno già annunciato l’inasprimento delle loro sanzioni e due settimane fa sono state svelate le nuove misure predisposte dall’Unione Europea.