Giugno 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La pandemia di Covid-19 potrebbe avere un impatto duraturo sull’aspettativa di vita dei belgi?

La pandemia di Covid-19 potrebbe avere un impatto duraturo sull’aspettativa di vita dei belgi?

La pandemia di Covid-19 ha sconvolto la vita di milioni di persone in tutto il mondo e ha causato morti 6,8 milioni di persone, e svelando i difetti nei nostri sistemi sanitari. A tre anni dall’inizio (la prima reclusione dei belgi è stata imposta il 18 marzo 2020), è ancora lungi dall’essere finita e le sue conseguenze a lungo termine cominciano a manifestarsi. Lunghi casi di Covid, salute mentale in uno stato debole… Il virus continua a lasciare il segno anche sul nostro tasso di mortalità? L’aspettativa di vita per i belgi è tornata ai livelli pre-pandemia?

In Belgio, il Covid-19 ha ucciso 33.885 persone. La maggior parte di questi decessi si è verificata nel 2020 e nel 2021, quando si sono verificate le prime ondate e la vaccinazione non era possibile o non era diffusa, il che ha influito notevolmente sulla mortalità. “Le curve di mortalità nel 2020 e nel 2021 sono state fortemente influenzate dalle varie ondate della pandemia di COVID-19 e dall’ondata di caldo dell’agosto 2020.Sciensano conferma a La Source.

Durante questi due anni è stato osservato un aumento significativo delle morti in eccesso. L’Istituto di sanità pubblica stima già che ci siano stati il ​​16,6% in più di decessi nel 2020 e il 4,9% in più di decessi nel 2021″.In confronto, negli anni dal 2015 al 2019, il tasso di mortalità in eccesso è stato in media del 2% annuo.fissato dall’Istituto di Sanità Pubblica dichiarazione.

Curve di mortalità in Belgio tra gennaio 2020 e gennaio 2023. © Sciensano

Nel 2022 e nel 2023, invece, le curve di mortalità sembrano tornare ai livelli abituali e in calo rispetto al 2021. Riprendono anche le loro consuete variazioni, cioè “.Un effetto stagionale con più decessi durante i mesi invernali (con più decessi durante le epidemie influenzali) e un picco di decessi in eccesso associato a periodi di caldo”determinato dall’Istituto di sanità pubblica.

READ  Bimbo di 6 anni spara all'amante negli Usa: accusata la madre

l’anno scorso Il tasso di mortalità in eccesso osservato è stato del 5,1%., con un picco significativo di decessi in eccesso nel mese di dicembre. “Decessi di questa entità sono stati osservati l’ultima volta durante le prime due ondate della pandemia di Covid-19 e durante l’influenza e improvvise epidemie di raffreddore nel marzo 2018.nota Sciensano, che sottolinea il ruolo giocato dal Covid-19 e anche dalle ondate di caldo che hanno colpito il Belgio quest’estate.

Torniamo ai livelli pre-pandemia

C’è un altro fattore che permette di valutare lo stato di salute generale della popolazione e l’impatto del coronavirus sul tasso di mortalità: l’aspettativa di vita. Fornisce una stima media dell’età di un individuo, in base al suo anno di nascita.

In Belgio, l’aspettativa di vita è aumentata di circa due anni tra il 2010 e il 2019, Da 80,05 anni a 81,83 anni. L’anno 2020 è stato caratterizzato da una diminuzione dell’aspettativa di vita a 80,79 anni, “come conseguenza diretta delle condizioni di mortalità nel 2020” secondo deducibile. “L’impatto della pandemia di COVID-19 sui decessi belgi è stato significativamente inferiore nel 2021 rispetto al 2020, ma è comunque rimasto. Ciò si traduce in un’aspettativa di vita alla nascita di 81,7 anni, che è approssimativamente uguale alla media del 2019.l’Ufficio statistico belga.

Il Belgio ha avuto un 2020 piuttosto difficile in termini di sviluppo dell’aspettativa di vita. Ma come nella maggior parte degli altri paesi dell’Europa occidentale, queste misure sono tornate alla normalità nel 2021, ma più vicino al 2019 che nel 2020.Sicuro Jonas Sholeyricercatore presso il Max Planck Institute for Demographic Research (Germania) e autore di diversi studi su questo argomento.

READ  Riforma delle pensioni in Francia: 310 arresti giovedì, secondo Gerald Darmanin

“Se guardiamo a queste misure per il 2022, che possiamo già iniziare a fare, vediamo una situazione simile in tutta Europa: la maggior parte dei Paesi europei si sta avvicinando al livello di aspettativa di vita prima della pandemia. Chi più, chi meno”. Continua, prendendo l’esempio della Svezia, che è molto vicina.

Relativamente buone notizie, perché questi numeri sono in conflitto. “Ci si sarebbe aspettati un aumento più o meno costante dell’aspettativa di vita di anno in anno”Jonas Schole conferma. “Tutti i paesi europei che si avvicinano ai livelli del 2019 sono ancora indietro rispetto a quanto ci si sarebbe aspettati in termini di aspettativa di vita senza la pandemia.lui spiega.

Ma è probabile un rallentamento del trend

Da parte sua, Statbel si aspetta che gli effetti della pandemia di Covid-19 sull’aspettativa di vita svaniscano nei prossimi anni. Ma per il ricercatore tedesco, questi anni saranno cruciali e determineranno se l’epidemia sia stata uno shock ciclico associato a un evento che porta molti morti in un determinato periodo – come una guerra – o se il virus abbia davvero cambiato direzione in termini di allungamento della vita. “È troppo presto per dirlo, ma con quello che sappiamo sul 2022, i ricercatori, me compreso, stanno iniziando a pensare che l’aumento dell’aspettativa di vita prima della pandemia potrebbe essere rallentato”.Jonas Schooley ha notato.

Il ricercatore spiega che durante i primi due anni della pandemia, le morti in eccesso osservate sono state associate a ondate di COVID-19. Ma, in molti Paesi, non sarà più così per il 2022”.Invece, abbiamo visto un massiccio aumento del tasso di mortalità nel corso dell’anno, dell’ordine di circa il 10%Lui continuò.

READ  Gli scioperi di Amazon si profilano in più di 30 paesi durante il Black Friday mondo

Per il 2022, possiamo sempre trovare scuse per spiegare questo fenomeno. Ma se lo vediamo per due anni di fila, a un certo punto potremmo dover considerare l’idea che a causa di questa nuova malattia che si sta diffondendo nella popolazione, le equazioni non sono più quelle di una volta.osserva il ricercatore. “Abbiamo una nuova malattia che rappresenta un ulteriore rischio e onere per la popolazione, anche se è vaccinata”, Aggiunge, citando gli effetti del virus sul sistema cardiovascolare.

“Non è ancora possibile per noi decidere su questa questione”.Sciensano risponde, in proposito. “Dati sull’aspettativa di vita in Belgio fino al 2021, anno in cui si registra ancora un aumento dei decessi legati al Covid-19imposta l’Istituto di sanità pubblica.

Con “La Source”, La Libre Belgique ha deciso di creare Controllo dei fatti. Questa sezione si propone di analizzare, sezionare, riformulare e verificare fatti relativi all’attualità. come un’idea “verifica dei fatti”, L’approccio si basa esclusivamente e sistematicamente sull’analisi dei fatti e su una raccolta di fonti verificabili, identificabili e obiettive, citate e referenziate in ciascuno dei nostri articoli.

Gratuitamente al lettore che desidera riprodurre a sua volta questo lavoro giornalistico sulla base delle informazioni trasmesse, e per informarci di eventuali errori o inesattezze tramite l’indirizzo factchecking@lalibre.be