Agosto 9, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La guerra in Ucraina: le ragioni della violazione da parte del presidente Zelensky del capo dei suoi servizi segreti

Domenica sera è stato annunciato il licenziamento di alti funzionari: il presidente Zelenkiy ha annunciato che “È stata presa la decisione di rimuovere il procuratore generale dal suo incarico“Irina Venediktova e il capo del servizio di sicurezza (SBU) Ivan Bakanov. Sono stati separati a causa di un gran numero di casi”tradimento“Nelle loro due organizzazioni, potenti servizi di intelligence e magistratura si sono mobilitati nello sforzo bellico e contro la corruzione.

Volodymyr Zelensky avanza addirittura numeri: 60 ex dipendenti del Dipartimento di Sicurezza o Giustizia di Stato che si sono messi al servizio degli occupanti russi e 651 casi di tradimento e cooperazione contro funzionari. per il presidente,Una tale classe di crimini contro le basi della sicurezza nazionale dello stato… solleva interrogativi molto seri per i leader coinvolti“.

Questo è un avvertimento per i dipendenti:Ognuna di queste domande riceverà una risposta appropriata“.

Collusione con il nemico

Il licenziamento del capo dei servizi di intelligence non è stata una sorpresa completa, dal momento che il recente arresto di un ex capo regionale dell’unità di sicurezza dello stato della Crimea, Ole Kolinich, sospettato di tradimento.

L’avvertimento era chiaro:Saranno ritenuti responsabili anche tutti coloro che erano con lui, che facevano parte di un gruppo criminale che lavorava per la Federazione Russa. Si tratta di trasferire informazioni segrete al nemico e altri fatti di cooperazione con una compagnia russa privata. Servizi. “

Quindi Ivan Bakanov, un amico d’infanzia che ha guidato la sua campagna presidenziale, non sfugge al colpo della tela. Nemmeno il procuratore generale Irina Venediktova, uno stretto alleato che ha servito come consigliere per gli affari esteri durante la sua corsa presidenziale. Il presidente sembra aver perso ogni fiducia in loro.

READ  Come lo zar Pietro il Grande, Vladimir Putin vuole "riprendersi ciò che appartiene alla Russia"

tre settimane fa, Politico Ha scritto che stava cercando un sostituto per Ivan Bakanov. Qualcuno più capace di guidare i servizi in tempo di guerra. “Siamo molto scontenti del suo lavoro e stiamo cercando di sbarazzarci di lui“, ha detto un alto funzionario ucraino, che ha chiesto di non essere identificato.Non siamo soddisfatti della sua gestione, perché ora abbiamo bisogno di competenze nella gestione delle crisi come non pensiamo che abbia.. “

Perché il lavoro della SBU dallo scoppio dell’invasione russa è messo in discussione. L’ex produttore di Zelensky Ivan Bakanov, 47 anni, è stato paracadutato al suo posto dopo la vittoria di Volodymyr Zelensky nel 2019. La sua missione: riformare il successore del KGB per dimostrare all’Occidente la determinazione del nuovo presidente. Da quel momento in poi, le capacità di Bakanov furono criticate dall’opposizione ucraina.

La rapida caduta di Kherson

Dovresti sapere che la SBU è un’organizzazione enorme rispetto alle dimensioni dell’Ucraina, più di 30.000 dipendenti, sette volte più grande dell’MI5 britannico, l’equivalente del Federal Bureau of Investigation degli Stati Uniti … E le sue missioni vanno ben oltre la semplice servizio di intelligence: la sua missione è anche combattere la corruzione e i crimini economici.

Ma la sua immagine è stata gravemente danneggiata. Abuso di potere, corruzione… le lamentele sono numerose.

Le critiche arrivano anche da diplomatici occidentali e funzionari ucraini una seconda volta, con l’Amministrazione per la sicurezza dello Stato che ha reagito nelle prime ore dell’attacco russo.

Soprattutto per quanto riguarda la difesa di Kherson nel sud del Paese: la città cadde facilmente nelle mani dei russi perché la SBU non fece saltare in aria il ponte. Antonovsky Sul fiume Dnepr, gli agenti della CIA hanno lasciato la città prima dell’attacco per ordine del generale Serhiy Kryvoruchko et Contro gli ordini di Zelensky, e soprattutto colonnello del Centro antiterrorismo, Ihor sudokhin Avrebbe potuto mostrare ai russi la via per evitare i campi minati e le difese antiaeree ucraine … Kherson cadde il 3 marzo, una settimana dopo l’inizio dell’offensiva.

READ  Prize en otage chez elle, Denyse est sauvée car… elle n'a pas partagé son «Wordle» du jour!

Agenti russi si sono infiltrati

Un’altra spina nel fianco della SBU, il sospetto di infiltrazione di agenti russi e la loro inaffidabilità, era già stata notata già prima dell’inizio dell’attacco russo.

Un altro esempio con questo altro alto funzionario, Andrei Naumov, il generale di brigata a capo del Dipartimento della sicurezza interna dell’agenzia, un’unità le cui responsabilità includono la prevenzione della corruzione all’interno della SBU: è fuggito all’estero poche ore prima dell’invasione russa del 24 febbraio.

I primi due sono stati catturati in Ucraina, il terzo in Serbia Kiev è in attesa della sua estradizione. Altrove, un funzionario regionale della SBU a Chernihiva ha dato fuoco agli uffici dell’organizzazione, sostenendo di non poter mettere da parte tutti i documenti.

Sembra che Ivan Bakanov non sia riuscito a ripulire l’unità di gestione aziendale. In tempo di guerra, questo è fondamentale, secondo Alex Kokcharov, analista di S&P Global a Londra, che consegna la sua analisi al Politico : L’Ucraina ha perso anni quando era diffusa la paura di un attacco russo. “Tutti questi scandali sulla SBU implicavano pratiche discutibili riguardo ai suoi tentativi di condurre indagini commerciali ed economiche e le lotte intestine tra i vari servizi di sicurezza ucraini hanno portato a una mancanza di un’adeguata preparazione in regioni come il sud e l’est, che erano le più attese Obiettivi russi”.

Tuttavia, l’unità di gestione aziendale ha avuto successo: è stata in grado di identificare sabotatori e traditori tra la popolazione ucraina, ma questo non bilancia i suoi fallimenti, e non c’è dubbio che Ivan Bakanov fosse considerato una vittima dell’espiazione.

Per quanto riguarda Irina Venediktova, nominata nel 2020 prima procuratrice donna, è stata accusata della sua mancanza di risultati. I suoi servizi hanno finora aperto 21.000 fascicoli di crimini di guerra e aggressione dall’inizio dell’invasione russa. Sarà sostituito dal suo vice, Oleksiy Simonenko.

READ  Présidentelle en France : Marine Le Pen réduit l'écart avec Macron, Zemmour en chute libre selon les derniers sondages