Febbraio 29, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Invasione dell'Ucraina: la Russia chiede una riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite dopo l'attacco a Belgorod

Invasione dell'Ucraina: la Russia chiede una riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite dopo l'attacco a Belgorod

Il vice ambasciatore russo presso le Nazioni Unite Dmitry Polyansky ha dichiarato sull’applicazione Telegram: “Abbiamo richiesto una riunione del Consiglio di sicurezza a Belgorod alle tre del pomeriggio, ora di New York”.

La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha dichiarato: “L'attacco terroristico a Belgorod sarà oggetto di un'azione da parte del Consiglio di sicurezza dell'ONU”.

E ha aggiunto: “Dietro questo attacco terroristico c'è la Gran Bretagna che, in coordinamento con gli Stati Uniti, incita il regime di Kiev a compiere atti terroristici, perché si è resa conto che il contrattacco delle forze armate ucraine è fallito”. La signora Zakharova è stata citata dall'agenzia statale TASS.

Le autorità russe affermano che almeno 14 persone, tra cui due bambini, sono state uccise nell'attacco missilistico ucraino a Belgorod. Il numero dei contagiati è 108.

La città di Belgorod, al confine con l’Ucraina, è stata bombardata più volte da quando il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato l’invasione del paese nel febbraio 2022. I danni e le vittime in Russia sono lungi dall’essere paragonabili a quelli osservati in Ucraina.

Venerdì la Russia ha lanciato il suo più grande attacco aereo nella guerra contro l’Ucraina. Circa 160 missili e droni sono stati lanciati nelle città di tutto il Paese. Secondo le autorità di Kiev, almeno 39 persone sono state uccise e altre 120 ferite.

READ  Ispirato da Viktor Orban, il primo ministro slovacco avvia riforme controverse