Agro Nocerino Cronaca EVIDENZA

Incendio Multitask Roccapiemonte: il Comune scrive al Ministero

incendio Multitask Roccapiemonte

Incendio Multitask Roccapiemonte ancora agli onori delle cronache. Il Comune chiede aiuto al Ministero dell’Ambiente.

Il Comune di Roccapiemonte chiede l’aiuto del Ministero dell’Ambiente, per dare una svolta alla vicenda dell’incendio Multitask, divampato il 21 dicembre scorso.

Il sindaco Carmine Pagano ha dunque inviato una lettera al Ministro Sergio Costa, per sottoporre alla sua attenzione quanto avvenuto nel capannone di via Piedirocca un mese fa.

Nella missiva il primo cittadino ha riportato i dati rilevati dall’Arpac, ma pure il contenuto delle ordinanze sindacali emesse. Pagano ha dunque messo al corrente il Ministro dell’attuale condizione ambientale nell’area cittadina interessata dal rogo.

La situazione continua a preoccupare i cittadini di Roccapiemonte e il sindaco ha quindi espresso a Costa la necessità che al più presto i responsabili dell’azienda provvedano alla messa in sicurezza e la bonifica.

Lo stesso Ministero è infatti l’unico organo che può disporre eventuali interventi sostitutivi in danno a proprietari e utilizzatori dell’opificio.

Nuovi rilievi nei giorni scorsi

Nei giorni scorsi l’Arpac ha eseguito nuovi rilievi in via Piedirocca e nelle zone limitrofe. I tecnici hanno prelevato campioni dai terreni nell’area interessata dall’incendio. I prelievi hanno riguardato quattro punti di versi, scelti secondo i venti rilevati il 21 dicembre e nei giorni seguenti.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi