Novembre 27, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

In Francia i ladri cancellano pezzi di storia

Il test ci è stato suggerito da Dominic Garcia, direttore dell’Istituto nazionale per la ricerca archeologica preventiva (Inrap): “Digita ‘moneta gallica’ su eBay e vedrai…” Il giorno in cui è stato scritto l’articolo che stai leggendo, una ricerca in questo mercato digitale ha prodotto circa tremiladuecento risultati. balbettio dei Carnuti, dracme dei Biturigi, denario degli Edui, statere di elettro dei Baïocasses, ecc. Molte delle monete arrivano a poche centinaia di euro, ma il primato è detenuto da una moneta d’oro dei Baresi, che risale al I sec.lui è secolo avanti la nostra era ed è stato messo in vendita a 27.500 euro. Il suo venditore professionale afferma di garantirne la provenienza all’interno della cornice Lotta al traffico di beni culturali, ma è un’eccezione. Non commettere errori, la maggior parte di queste monete costose, ma anche la fibula romana – mollette di metallo – che sono state scambiate in questo sito provengono da scavi illegali, dal saccheggio del Patrimonio Archeologico Nazionale.

Xavier Delestre è il curatore regionale delle antichità in Provenza-Alpi-Costa Azzurra. Ha appena pubblicato un piccolo libro chiamato Ladri di antichità in Francia (Errance & Picard, 112 pagine, 21 euro) Sta preparando, sullo stesso tema, la mostra “Guilty Treasures”, che aprirà i battenti il ​​16 dicembre al Museo Storico di Marsiglia. “Non è un capriccio di pochi archeologiConferma. Tutti gli organi dello Stato, la polizia, la gendarmeria, la dogana e la giustizia lavorano insieme per combattere questa perversità, perché è necessario chiamare le cose con il loro nome. Il saccheggio finisce in tribunale. » Come definisce questa attività questo ricercatore? “Un ladro è una persona che arriva intenzionalmente in un terreno che contiene oggetti che possono fornire informazioni sulla storia del sito e sull’occupazione dell’area, e lo scava senza permesso.” Non il metodo scientifico, ovviamente.

READ  La tua salute è un tesoro desiderabile - ARTE
Una statuetta in bronzo di Apollo è stata scoperta dal cercatore.  Possiamo distinguere sul busto e affrontare i segni lasciati dai colpi dell'ascia.

Per quanto riguarda ciò che è archeologico, la risposta è… più o meno. “Il segmento temporale in cui possiamo coinvolgere gli archeologi inizia a 1 milione di anni fa, risale ai primi insediamenti umani e continua fino a dopo la seconda guerra mondiale”.E il dice Xavier DeLestre. Il che aggiunge che possiamo considerare la Francia un gigantesco sito archeologico: “Non esiste un ambiente naturale in Francia. Tutta la terra è antropizzata. Quando fai jogging in campagna, sei in un sito archeologico. Ovviamente non tutto ha la stessa importanza e il ruolo di un professionista è quello di determinare l’interesse scientifico di ciascun sito.”

L’81,69% di questo articolo è lasciato a te da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.