Novembre 27, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Attività fisica… per ridurre la fatica

In 110.000 pazienti con SM in Francia, le lesioni del sistema nervoso centrale causano “disturbi motori, sensoriali, cognitivi, visivi o addirittura nello sfintere (principalmente nelle urine e nell’intestino)”, dettagli Inserm.

La loro incidenza e gravità variano a seconda dei pazienti e delle forme di malattia*. La stanchezza è uno dei sintomi più comuni di questa malattia.

Il 40% dei pazienti è troppo stanco per fare esercizio

Tra le varie soluzioni per migliorare sintomi e qualità della vita: l’attività fisica. Gli studi mostrano i benefici dell’esercizio fisico sul versante cardiovascolare e quindi del condizionamento dello sforzo, dei disturbi dell’equilibrio e della distanza percorsa che lavorano sul benessere e riducono l’affaticamento”, spiega Cécile Donzi, Responsabile del Dipartimento di Medicina Fisica e Riabilitazione Funzionale dell’Istituto Cattolico Gruppo Ospedali Di notte.

Finché l’attività fisica è adattata (scelta della disciplina, intensità, regolarità, ecc.), la pratica “riduce la sensazione di affaticamento perché migliora le condizioni fisiche del paziente”, prolungando l’Associazione francese contro la sclerosi multipla.

Tuttavia, “4 pazienti su 10 interrompono l’attività fisica nell’anno successivo alla diagnosi”, apprendiamo in un sondaggio IPSOS** condotto in collaborazione con JANSSEN e la Lega francese contro la sclerosi multipla, a causa di questa stanchezza e anche difficoltà motorie. E “Quasi tre quarti dei pazienti intervistati affermano di aver goduto di uno stile di vita più sedentario dalla diagnosi di SM”.

7 esercizi per respirare, rinforzare, allungare…

Per incoraggiare i pazienti a continuare o iniziare la loro pratica, JANSSEN ha sviluppato il programma “MS on 7”, in collaborazione con la dottoressa Cécile Donzi e @HemTonKiné, fisioterapista su Instagram e Youtube. Principio: Trasmetti 7 video da novembre 2022 a maggio 2023, su Instagram e YouTube.

Questo materiale fornisce l’accesso a 7 pratici esercizi di rafforzamento muscolare, respirazione e stretching adatti ai pazienti affetti da SM in tutte le fasi della loro malattia. Sono stati suggeriti diversi livelli di gravità per ottenere una prospettiva sull’evoluzione. Ed esercitati un po’ ogni giorno “qualunque sia il tuo livello di affaticamento e forma”, hanno concluso gli autori dello studio.

READ  COVID-19: i test PCR e antigenici sono ora validi per 24 ore

Ma perché allenarsi quotidianamente se si è stanchi? “Non dobbiamo mai dimenticare l’importanza dell’effetto cumulativo: è meglio muoversi un po’, regolarmente e tutti i giorni, piuttosto che fare solo una grande sessione nei giorni in cui si è in buona forma”.

* La forma recidivante, caratterizzata da una progressione sotto forma di recidive e da una forma graduale dall’esordio corrispondente ad un lento peggioramento dei sintomi senza recidive

** Il sondaggio è stato condotto su 254 pazienti con sclerosi multipla, inclusi 102 pazienti della Lega francese contro la sclerosi multipla (LFSEP). I dati sono stati raccolti online dal 21 luglio al 30 agosto 2022 tramite il pannello di accesso online di Ipsos.