Agosto 10, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il sogno giallo di Matthew van der Poel fa partire il cronometro: “Se perdi 10 o 15 secondi è fantastico”

Lo spettacolo delle bande, al Parco di Tivoli, mercoledì sera, ha messo in luce la passione dei danesi per i loro eroi nazionali. Menzione speciale a Jonas Vingegaard (Jumbo-Visma) e Mads Pedersen (Trek-Segafredo), applausi in particolare. Ma la folla a Copenaghen è un pubblico esperto. Ecco perché ha anche incoraggiato in modo particolare Matthew van der Poel. “Era solo pazzescoriassume gli olandesi. Non è la prima volta che visito la Danimarca e l’atmosfera è sempre fantastica”.

Rimarrà fino alla fine della settimana. Venerdì inizia la cronometro per le strade della capitale danese. Un’introduzione durante la quale l’MVDP indossa una nuova maglia (e nuovi colori da quando Alpecin-Fenix ​​è passato ad Alpecin-Deceuninck), una tuta super aerodinamica su misura per l’occasione. Si stima in più di 3000 euro. “È stato creato per me e non ho ancora avuto la possibilità di testarlo.ha spiegato Van der Poel giovedì mattina. Abbiamo apportato alcune modifiche ai dettagli, in particolare al manubrio.

I cambiamenti sono stati scoperti dall’olandese giovedì pomeriggio, durante un test completo. Spera che gli permettano di ritagliare i secondi preziosi per limitare i danni ai veri specialisti, anche se durante il Giro (dove indossa la maglia rosa) dimostra di avere questa capacità di superarsi nei momenti importanti. “È un percorso come provare il tempo di Budapest al Giro d’Italia. Ci sono tante curve e qualche rettilineo che per me funzionerebbero. Dovremo limitare i danni. Se perdo solo 10 o 15 secondi in il primo sarebbe fantastico, dopo mi farebbe provare qualcosa, soprattutto durante la tappa acciottolata, ho l’impressione che sarà più complicato ottenere la maglia gialla rispetto all’anno scorso, ma darò il massimo e vedrò. “

READ  Impotenti per lungo tempo, i Blues strappano una quota in Austria grazie al loro portiere Mbappe (1-1)

Sul treno Philipsen Sprint

Nessuna autorizzazione per l’account. Ma un ruolo ben definito. Sui binari piatti, Van der Poel farà parte del treno belga Jasper Philipsen. Ma è chiaro che nelle altre fasi potrebbe giocarsi la sua carta. Un po’ come ha fatto al Giro, si è mostrato un super attaccante, anche durante la terza settimana, quando sembrava che i profili non gli fossero adatti.

“Vedremo se sarò bravo nella terza settimana del Tour come lo sono stato al Giro, visto che avevo delle buone gambe.lui spiega. Vedremo come reagirà il mio corpo. Ho finito il Giro d’Italia stanco e riprendere gli allenamenti è stato un po’ complicato. Ma negli ultimi 15 giorni mi sono sentito molto meglio. Sono nella forma prevista. Non vedo l’ora di iniziare il mio secondo Grand Tour della stagione”.

Che sarà inevitabilmente una delle maggiori attrazioni.