Febbraio 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il segretario generale della NATO afferma che Putin ha commesso un errore nell’attaccare l’Ucraina

E stava parlando prima di una nuova riunione di coordinamento, il 20 gennaio, dei paesi occidentali che forniscono aiuti all’Ucraina, presso la base americana di Ramstein, in Germania. “Siamo a un punto critico della guerra”, ha continuato Stoltenberg. È anche importante fornire all’Ucraina le armi di cui ha bisogno per vincere”.

I paesi occidentali sono stati a lungo riluttanti a consegnare armi pesanti all’Ucraina, adducendo timori di essere coinvolti in una guerra o di provocare la Russia.

La gamma di armi che gli offrono ora si è ampliata. all’inizio del mese, Francia, Germania e Stati Uniti hanno promesso di inviare veicoli blindati Trasportare carri armati di fanteria o da ricognizione: 40 Marder tedeschi, 50 Bradley americani e AMX-10 RC francesi.

E il Regno Unito gli ha annunciato sabato che se ne sarebbe andato Consegna di carri armati Challenger 2 in Ucraina, diventando il primo paese a fornire carri armati pesanti fabbricati in Occidente a Kiev. Mosca ha denunciato la decisione, che non farebbe che “aggravare” il conflitto.

Valery Gerasimov: l’improvvisa nomina a capo delle forze russe in Ucraina testimonia la febbre del Cremlino

Secondo il segretario generale della NATO, il presidente russo Vladimir Putin ha commesso un errore attaccando l’Ucraina. Ha detto: “Ha sopravvalutato la forza delle sue forze armate. Vediamo i loro errori, la loro mancanza di morale, i loro problemi di leadership e il loro scarso equipaggiamento”. Ha aggiunto che i russi “hanno mostrato la loro volontà di subire pesanti perdite per raggiungere il loro obiettivo”.