Giugno 21, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il rapper Diddy, il bancomat di Sting

Il rapper Diddy, il bancomat di Sting

I campioni, ovvero questi frammenti di una canzone estratti e poi riutilizzati per crearne un’altra, sono diventati essenziali nella musica attuale. Ciò è particolarmente vero per il rap e la musica elettronica. Ma guai a chi ne fa uso senza avvisare l’avente diritto e versare il dovuto contributo.

Diddy ha pagato il prezzo dal 1997 e la sua canzone “I’m Gonna Miss You” è stata in cima alle classifiche per undici settimane negli Stati Uniti. Per raggiungere questo obiettivo, ha volutamente tirato fuori un altro successo, “Every Breath You Take” dei Police. senza chiedere prima il permesso. Ci sono rimasto male. Ora deve pagare a Sting $ 2.000 al giorno per il resto della sua vita, ha detto il cantante britannico in un programma radiofonico nel 2018.

2.000 dollari al giorno? Vedendo queste informazioni emerse online, il rapper si è corretto: Sting paga $ 5.000 al giorno, o circa $ 2 milioni all’anno! Dal 1997, sono ben 47,5 milioni di dollari!

State tranquilli, Diddy non è per strada per tutto questo. È il secondo rapper americano più ricco, dietro a Jay-Z. La sua fortuna è stimata in 1 miliardo di dollari. Ha molto da vedere arrivare.

Da allora il rapper è tornato anche sulle sue dichiarazioni, affermando su Twitter che nelle sue dichiarazioni c’era una battuta. “Voglio che tu capisca che stavo scherzando! Si chiama ironia! Sting ed io siamo amici da molto tempo! Non mi è mai costato $ 3.000 o $ 5.000 al giorno per “Mi mancherai”. Probabilmente guadagna oltre $ 5.000 per “Every Breathe You Take”, una delle più grandi canzoni della storia. “

READ  Corentin è morto? François ama ancora Charlie?... Riassunto dell'episodio 1548, giovedì 2 novembre 2023

Brutto scherzo o no, Sting ha a lungo affermato di aver fatto causa a Diddy per non avergli chiesto di “prendere in prestito” un campione della canzone “Police”. Almeno una percentuale delle entrate generate da “I’ll Miss You” è nelle tasche del britannico. 2000 dollari? 5.000 dollari, è difficile da dire. Ma per una canzone vincitrice di Grammy che si classifica come il 22esimo singolo più venduto di tutti i tempi nel Regno Unito, niente è impossibile.

Anche gli ignoti sono stati colti in flagrante

Le azioni legali per l’uso non autorizzato di campioni abbondano nel mondo della musica. Una disavventura quasi colpì gli Ignoti quando erano all’apice della loro gloria. Nel 1991, per il loro spettacolo La télé des Inconnus, registrarono una parodia della canzone di Tonton David intitolata “Auteuil, Neuilly, Passy”. Per la musica avevano, tra le altre cose, “preso in prestito” il brano funk “Southwick” da Maceo Parker e Kingsmen, il sassofonista di James Brown. Dopo non aver chiesto il permesso ed aver evitato una causa, è stato raggiunto un accordo in base al quale tutti i diritti sarebbero stati restituiti a Maceo Parker. Les Inconnus non ha guadagnato un centesimo su quello che è stato uno dei più grandi successi del 1991 in Francia…