Giugno 20, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il Quebec esposto a incendi “senza precedenti” e foschia arancione a New York (foto)

Il Quebec esposto a incendi “senza precedenti” e foschia arancione a New York (foto)

Il Quebec, duramente colpito da incendi storici, attende con ansia i rinforzi internazionali, mentre il fumo di circa 400 incendi canadesi raggiunge gli Stati Uniti, dove 100 milioni di americani respirano aria cattiva.

La portavoce della Casa Bianca Karen Jean-Pierre ha dichiarato mercoledì che l’evento è “un altro segno preoccupante di come la crisi climatica stia influenzando le nostre vite”.

Dopo le province canadesi dell’Alberta (ovest) e della Nuova Scozia (est), tocca al Quebec essere colpito da incendi “senza precedenti”: sono attualmente oltre 150 gli incendi attivi, di cui quasi un centinaio considerati fuori controllo. Non sono previste forti piogge fino a lunedì sera.

“Con il personale di cui disponiamo attualmente, possiamo coprire circa 40 incendi contemporaneamente”, ha dichiarato il premier della provincia, François Legault.

Un’immagine satellitare della National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) mostra il fumo mercoledì sopra il Canada nord-orientale e gli Stati Uniti © AFP

“Dobbiamo concentrarci su dove è più urgente”, ha continuato.

Il Quebec ha schierato centinaia di persone sul campo. Con gli aiuti internazionali, tra cui un centinaio di vigili del fuoco dalla Francia che dovrebbero arrivare venerdì, la provincia spera di aumentare la sua forza lavoro a 1.200 persone.

La questione delle attrezzature e del personale sarà decisiva nei prossimi giorni, fanno sapere le autorità.

“Vediamo che ci aspetta un anno peggiore di quello che abbiamo già avuto e le nostre risorse sono esaurite”, ha detto il primo ministro canadese Justin Trudeau, sottolineando la necessità di prepararsi meglio per “questa nuova realtà”.

Foschia arancione a New York

Questo è difficile da sentire negli Stati Uniti nordorientali.

A New York la Statua della Libertà e i grattacieli di Manhattan sono stati avvolti da una foschia arancione e marrone, mentre per le strade sono ricomparse le mascherine, cimelio del Covid.

READ  Emmanuel Macron et Marine Le Pen si qualificano per il secondo tour, Mélenchon troisième

La visibilità era così scarsa che la US Civil Aviation Agency (FAA) ha rallentato il traffico aereo e ha persino messo a terra alcuni aerei nell’area.

© Copyright 2023 Associated Press. Tutti i diritti riservati.

Il governo degli Stati Uniti ha anche invitato i suoi cittadini in cattive condizioni di salute a “prendere precauzioni” di fronte al deterioramento della qualità dell’aria.

Più di 100 milioni di loro sono stati colpiti mercoledì da allarmi sulla qualità dell’aria a causa del fumo degli incendi in Canada, ha detto all’AFP l’Environmental Protection Agency.

Questi allarmi riguardano la maggior parte degli Stati Uniti nord-orientali, da Chicago nel nord ad Atlanta nel sud. L’EPA ha affermato che la qualità dell’aria in questa regione è “principalmente influenzata dagli incendi canadesi, sebbene anche altre emissioni inquinanti locali e condizioni meteorologiche possano svolgere un ruolo”.

Più di 20.000 canadesi sono stati evacuati

Più di 20.000 canadesi sono attualmente evacuati da tutto il paese, più della metà dei quali in Quebec mentre il governo si prepara a evacuare altri 4.000.

Come altri 7.500 residenti, Nancy Desaulnier ha spiegato su Facebook di essere stata evacuata alle 2 di mercoledì dalla città di Chipogamao, nel nord della contea, insieme al suo compagno e ai loro due cani husky.

“Abbiamo deciso di partire con la barca, che ci ha permesso di portarci cose importanti”, ha dichiarato al Quebec per paura di perdere tutto.

“È molto stressante”, ha detto a La Presse Daniel Harvey, un residente della vicina città di Chapes che si sta preparando a evacuare. Questo padre ha preparato “tutti gli strumenti che verranno consegnati a ogni bambino: documenti, hard disk, foto. Non sappiamo cosa accadrà, quindi dobbiamo comportarci come se” tutto potesse bruciare.

READ  «Massacro» à Boutcha en Ucraina: le accuse di Zelensky, la reazione della Russia

La provincia francofona ha registrato 438 incendi dall’inizio dell’anno, contro una media di 200 nella stessa data negli ultimi 10 anni.

Il caso è considerato eccezionale dalle autorità in termini di numero di ettari bruciati in questo periodo dell’anno. Il Canada nel suo insieme sta vivendo un anno senza precedenti: sono stati registrati 2.293 incendi boschivi e bruciati quasi 3,8 milioni di ettari, un totale molto più alto della media degli ultimi decenni.

Il Canada, per la sua posizione geografica, si sta riscaldando più velocemente del resto del pianeta, e negli ultimi anni ha dovuto affrontare fenomeni meteorologici estremi che sono aumentati di intensità e frequenza a causa dei cambiamenti climatici.