Maggio 19, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il presidente iraniano minaccia Israele con una risposta “più forte” in caso di “comportamento sconsiderato”

Il presidente iraniano minaccia Israele con una risposta “più forte” in caso di “comportamento sconsiderato”

Il comandante delle forze armate iraniane afferma che l’attacco contro Israele “ha raggiunto tutti gli obiettivi prefissati”.

“L’operazione “The True Promise” è stata completata con successo da ieri sera fino a questa mattina e ha raggiunto tutti i suoi obiettivi”.Lo ha annunciato domenica in televisione il generale Mohammad Bagheri, comandante delle forze armate iraniane. Ha detto che nessun centro urbano o economico in Israele è stato preso di mira da droni e missili iraniani.

Ha affermato che i due principali siti presi di mira erano “Il centro di intelligence che ha fornito ai sionisti le informazioni necessarie” All'attacco che ha distrutto il consolato iraniano a Damasco l'1Lui è aprile e così via “Base aerea di Nevatim, da cui sono decollati gli F-35.” Chi l'ha bombardato. “Questi due centri hanno subito danni significativi ed erano fuori servizio”.Ha confermato.

Ha aggiunto: “Non abbiamo intenzione di continuare questa operazione, ma se il regime sionista prenderà misure contro la Repubblica islamica dell'Iran, sia sulle nostre terre che nei nostri centri in Siria o altrove, la nostra prossima operazione sarà più importante di questa”. .” ““, ha avvertito l'alto ufficiale.

Inoltre, il generale Bagheri ha annunciato che le autorità iraniane lo avevano fatto “Ha inviato un messaggio agli Stati Uniti avvertendo che le loro basi non saranno sicure se coopereranno con Israele in possibili azioni successive”. [iraniennes] ». Gli Stati Uniti hanno diverse basi militari nella regione. Questo messaggio è stato trasmesso dall'ambasciata svizzera, che rappresenta gli interessi americani in Iran, alla luce dell'assenza di relazioni diplomatiche tra i due Paesi.

READ  Live - Guerra in Ucraina: Mosca ritira i suoi sottomarini da Sebastopoli, Crimea, al porto di Novorossijsk in Russia.

Il comandante delle Guardie Rivoluzionarie Hossein Salami ha dichiarato, in risposta ad una domanda alla televisione di Stato, che l'operazione è stata effettuata durante la notte “Avrebbe potuto essere più grande”. “Abbiamo limitato questa operazione ai servizi utilizzati dal regime sionista per attaccare la nostra ambasciata”. in Siria. L'attacco al consolato ha provocato la morte di sette membri della Guardia rivoluzionaria, tra cui due ufficiali di alto rango.

Secondo Daniel Hagari, portavoce dell'esercito israeliano, durante l'attacco guidato da Teheran sono stati lanciati trecento missili contro lo Stato ebraico, compresi centosettanta droni che sono stati intercettati senza raggiungere Israele. “È qui che il Comando statunitense del Medio Oriente (CentCom) ha compiuto uno sforzo maggiore”.Commento.

“Dei 30 missili iraniani lanciati, nessuno è entrato nello spazio aereo israelianoHa aggiunto il signor Hajari. 25 di loro furono abbattuti dalle operazioni israeliane al di fuori dello spazio aereo. » Lo ha spiegato “Sono stati lanciati centodieci missili balistici.”NO “Solo un piccolo numero è caduto sul territorio israeliano”.in particolare presso la base aerea di Nevatim situata nel deserto del Negev, dove sono stati segnalati lievi danni materiali.

“Siamo riusciti, in collaborazione con gli Stati Uniti e altri partner, a difendere le terre dello Stato di Israele”.Lo ha detto il ministro della Difesa israeliano Yoav Galant.