Agosto 13, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il peggio potrebbe ancora venire: la Commissione europea prevede un peggioramento del clima economico

Le prospettive economiche estive della Commissione Europea non sono buone e nessuno ne sarà sorpreso. La guerra aggressiva della Russia in Ucraina continua a incidere sull’economia dell’UE.
Secondo la Commissione, lo slancio della ripresa post-Covid continuerà nel 2022 con una crescita del PIL del 2,7% per l’UE e del 2,6% per la zona euro. Tuttavia, i tassi di crescita diminuiranno significativamente nel 2023: si attesteranno all’1,4% nell’Unione Europea e all’1,3% nell’Eurozona. Questo è ben al di sotto del 2,7% annunciato lo scorso maggio per le previsioni di primavera. “Si potrebbe dire che l’economia europea sta passando da una fase di crescita lenta a una fase di decelerazione., ha commentato il commissario europeo all’Economia, Paolo Gentiloni. La crescita dell’economia belga sarà migliore del previsto nel 2022 (2,3% invece del 2% annunciato in primavera), ma sarà meno positiva nel 2023 (1,3% invece dell’1,8%), secondo la Commissione.

I rischi che il comitato prevedeva nelle sue previsioni di primavera “Si è avverato”, ha osservato l’italiano: Shock derivanti dall’inaspettato sviluppo dei mercati energeticiE il “Restringimento delle condizioni finanziarie”Con l’aumento dei tassi di interesse, “Il rallentamento economico è più pronunciato negli Stati Uniti” e altri “L’attività economica cinese è inferiore alle attese” A causa delle rigide misure di contenimento adottate da Pechino per combattere l’epidemia di Covid-19

L’inflazione sta battendo i record

L’inflazione ha raggiunto livelli record. L’attacco all’Ucraina da parte della Russia contribuisce a questo fenomeno, “esercitando un’ulteriore pressione al rialzo sui prezzi dell’energia e delle materie prime alimentari”, ha rilevato la Commissione. La Russia, che è il principale fornitore di idrocarburi ai paesi dell’Unione Europea, utilizza l’energia come leva e destabilizzazione. Fa lo stesso per i prodotti agricoli e impedisce anche le esportazioni ucraine. Il Comitato osserva che “questi fattori alimentano le pressioni inflazionistiche globali che erodono il potere d’acquisto delle famiglie”.
Risultato della corsa: l’inflazione è aumentata di nuovo bruscamente nel secondo trimestre del 2022, dal 7,4% di marzo (a/a) al nuovo massimo storico dell’8,6% a giugno per l’eurozona – 8,8% per l’intera regione. unione. La previsione è stata rivista significativamente al rialzo rispetto alle stime di primavera, in particolare per l’ulteriore aumento dei prezzi del gas in Europa che dovrebbe passare ai consumatori anche attraverso i prezzi dell’energia elettrica (calcolata sempre sulla base dell’energia più costosa utilizzata per produrla) . La Commissione prevede che l’inflazione raggiungerà il picco dell’8,4% su base annua nel terzo trimestre del 2022 nella zona euro. Dovrebbe poi diminuire costantemente e scendere a meno del 3% nell’ultimo trimestre del 2023, sia nell’Eurozona che nell’Unione Europea, a causa delle pressioni sui prezzi dell’energia e dei problemi di approvvigionamento.

La mappa dell’inflazione europea mostra che Portogallo, Francia, Svezia e Finlandia ottengono i risultati migliori con meno del 7%. Questo tasso supera il 7% per la Germania e i paesi del sud e il 9% per una serie di paesi, tra cui il Belgio (9,4%). La situazione è particolarmente tesa nella maggior parte dei paesi dell’Europa centrale, dove l’inflazione supera l’11%, con punte del 15,5% in Lettonia e del 17% in Lituania ed Estonia.

Il timore è che gli aumenti salariali che hanno deciso di rispondere all’aumento del costo della vita aumentino a loro volta le pressioni inflazionistiche e portino a tassi di interesse più elevati, che influiranno sulla crescita, ma anche sulla stabilità finanziaria, avverte la Commissione.

Scenario peggiore: un taglio improvviso del gas russo

Il peggio potrebbe ancora venire, ammette Paolo Gentiloni, che avverte che la previsione data giovedì lo è “Soggetto ad alto rischio di incertezza e regressione.”
La fiducia nel business è a metà, il che potrebbe avere un impatto sugli investimenti. La recrudescenza dei casi di Covid è uno dei fattori che possono sconvolgere e indebolire l’economia europea. Tuttavia, i rischi più significativi e più elevati sono associati allo sviluppo del conflitto che la Russia sta conducendo in Ucraina.
Già in primavera, la Commissione stava valutando uno scenario peggiore alimentato dalla decisione di Mosca di tagliare le forniture di gas agli Stati membri dell’UE. Stava guidando la sua macchina “Portare l’economia europea in recessione nella seconda metà dell’anno e un’ulteriore rallentamento dell’attività economica” Nel 2022 teme il commissario all’Economia. “Alla luce degli eventi recenti, questo rischio è diventato più di un semplice scenario ipotetico, quindi dobbiamo prepararci. Una tempesta è possibile, anche se al momento non ci siamo”.conclude Paolo Gentiloni.

READ  Alla fiera di Dubai, Airbus ha affrontato un ordine per 255 velivoli sin dal primo giorno