Dicembre 1, 2021

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il nuovo vaccino antivirale che potrebbe essere presto disponibile in Europa

Un nuovo vaccino contro il Covid-19 potrebbe apparire presto in Europa e Belgio. Questo promettente vaccino, commercializzato con il nome Covovax dalla società farmaceutica americana Novavax, È stato autorizzato per la prima volta in Indonesia lunedì. Un primo passo che potrebbe diffondere l’uso di questo nuovo vaccino in altre parti del mondo.

Un vaccino è diverso dal vaccino a RNA messaggero

Il vaccino dell’azienda statunitense si differenzia da altri vaccini attualmente autorizzati in Europa, in particolare quelli contenenti RNA messaggero:”Il Vaccini Pfizer e Moderna forniscono istruzioni genetiche che consentono al corpo di produrre una proteina, la famosa proteina spike, che stimolerà una risposta immunitaria.Jean-Michel Donet identifica, Direttore del dipartimento di farmacia di Onmore e membro del team di vaccinazione.


►►► Leggi anche: Covovax: il primo Paese ad autorizzare il vaccino Novavax contro il Covid è l’Indonesia


dis”subunità“Il vaccino Covovax si basa su proteine ​​per stimolare la protezione immunitaria e non contiene virus”.Qui, il vaccino Novavax è descritto come un vaccino contenente subunità proteiche assemblate in nanoparticelle, Dettagli dell’esperto. Ciò significa che sono le proteine ​​del picco sul virus che sono direttamente sovraregolate per generare la risposta immunitaria. Il corollario è che hai bisogno di un adiuvante. In questo caso, questo adiuvante verrà utilizzato per rafforzare questa risposta immunitaria.

Come con i vaccini mRNA, devono essere somministrati in due dosi a distanza di circa 21 giorni.

Tecnologia già conosciuta ma migliorata e innovativa

A differenza dei vaccini a RNA messaggero, che si basano su una tecnologia relativamente recente, i vaccini Novavax utilizzano un processo che ha già dimostrato il suo valore: “È noto che altri vaccini contengono subunità proteiche. Questo è particolarmente vero con i vaccini contro l’epatite B o contro l’infezione da HPV.

La tecnologia del vaccino è già nota ma il vaccino è innovativo da due punti: “Qui, Il Nuova tecnologia, in particolare nel modo in cui la subunità viene assemblata in nanoparticelle. Questa è la prima volta che riceviamo un vaccino dove lo usiamo proteina direttamente ricombinante. Un’altra novità è che l’adiuvante utilizzato è nuovo e non è stato ancora utilizzato in altri vaccini.definisce il mondo.

Efficacia simile ad altri vaccini

Il nuovo vaccino Novavax è molto promettente anche dal punto di vista dell’efficacia del vaccino perché sarà efficace quanto, se non di più, di altri vaccini attualmente in commercio: “Questo vaccino ha dimostrato di essere efficace in vari tipi di studi, tra cui Un ampio studio condotto in Messico e negli Stati Uniti su circa 30.000 persone. È stato riscontrato che è efficace al 100% su forme da moderate a gravi di Covid-19 e l’efficacia complessiva è entro il 90%. Questo è lo stesso tipo di efficacia che abbiamo con i vaccini mRNA, in particolare nelle forme gravi, ma anche negli studi clinici con i vaccini Astra Zeneca e Janssen.Appunti di Jean-Michel Dony.

Stoccaggio più facile

Uno dei motivi che ha spinto l’Indonesia a concedere in licenza il vaccino Covavax sul proprio territorio è anche la conservazione e la facilità di conservazione di questo vaccino: “ioNS Molto più facile da trasportare, immagazzinare e infine distribuire. Può essere conservato tra i 2 e gli 8 gradi Celsius, il che ne facilita la distribuzione, soprattutto nei paesi in cui è difficile portare i vaccini a RNA e tenerli al fresco».

Presto in Europa e Belgio?

La distribuzione di questo vaccino in Indonesia potrebbe aumentare la sua diffusione in tutto il mondo nelle prossime settimane. Il produttore ha anche presentato domande di licenza all’Organizzazione mondiale della sanità, al Canada, al Regno Unito, all’Australia e all’Unione europea per distribuire il suo vaccino. Un’applicazione è prevista anche negli Stati Uniti entro la fine dell’anno.


►►► Leggi anche: Capire i vaccini mRNA in 7 parole chiave

READ  Tablet dei primi sintomi? È iniziata l'era delle pillole anti-Covid

Anche l’Agenzia europea per i medicinali (Ema) sta esaminando la questione e dovrebbe emettere un parere nei prossimi mesi: “ioIlÈ molto probabile che alla fine di quest’anno la Commissione Europea, sulla base del parere dell’Agenzia Europea dei Medicinali, darà un parere positivo e che saremo in grado di ottenere dosi di Novavax in Europa e Belgio‘, afferma l’esperto che ricorda che gli accordi con il colosso americano sono già stati firmati.Il La Commissione europea ha acquistato un contratto anticipato per 100 milioni di dosi e il Belgio ha indicato di voler partecipare a questo acquisto. Di solito questo è circa il 2,5%, ovvero circa 2,5 milioni di dosi“.

Un’alternativa ad altri vaccini

Con Covavax, l’Europa e il Belgio saranno in grado di offrire una varietà di vaccini che funzionano con tecnologie diverse. Basta permettere a coloro per i quali è stato vietato l’uso di vaccini a RNA messaggero e magari convincere le persone riluttanti ai vaccini attualmente disponibili: “Sappiamo che le persone sono completamente resistenti ai vaccini genetici, ai vaccini RNA, ecc. Sappiamo anche che a volte le persone possono sviluppare gravi reazioni allergiche agli adiuvanti, o più precisamente agli eccipienti presenti nei vaccini a RNA. Potremmo anche avere problemi di approvvigionamento nei prossimi mesi con i vaccini che utilizzeremo.. Quindi è possibile che troverà il suo posto a livello belga.Conclude Jean-Michel Donet.