Marzo 1, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il municipio ecologico sta anche valutando una tassa sui SUV

Il municipio ecologico sta anche valutando una tassa sui SUV
La tangenziale, Bordeaux Ring Road, è regolarmente affollata.
Jean-Pierre Muller/AFP

Mentre domenica a Parigi una piccola maggioranza di elettori ha deciso di triplicare il prezzo del parcheggio per i “veicoli pesanti”, anche il consiglio comunale ambientalista di Bordeaux pensa di imporre prezzi differenziati.

Le Figaro Bordeaux

Dopo Parigi e Lione, Bordeaux attuerà a sua volta prezzi diversi per i veicoli pesanti? Domenica, il 55% dei pochi elettori parigini che hanno compiuto il viaggio (5,68%) ha votato a favore della creazione“Un prezzo fisso per il parcheggio dei singoli veicoli pesanti, ingombranti e inquinanti”.. Questa misura potrà essere applicata dal 1° settembre. A Lione, i nuovi prezzi entreranno in vigore a giugno. Un'idea che sta prendendo piede anche a Bordeaux.

La misura è stata menzionata il 18 gennaio da Pierre Hormek, sindaco ambientalista di Bordeaux, durante i suoi saluti alla stampa. “Non abbiamo ancora deciso la nostra posizione, stiamo lavorando per variare i prezzi in base al peso dei veicoli, come fanno altre città”.Il consigliere ha spiegato, precisando che non esiste “Non è stata ancora trovata alcuna soluzione”.ma questo argomento costituisce “Uno degli ambiti di lavoro per il 2024”. Il consigliere ha aggiunto, tuttavia, che le misure appaiono necessarie a fronte di ciò “Al peso di questi veicoli, che non sono veicoli urbani e che provocano il caos sulle nostre strade”..

“Condividere equamente le strade”

“Questo problema, che è più ampiamente finalizzato a ridurre Emissioni di gas serra Da diversi mesi si sta studiando a Bordeaux per arrivare a una tariffazione semplice ed efficace che tenga conto di criteri ambientali e sociali.Il municipio di Bordeaux si trova in Figaro Questo martedì. “Gli studi e i lavori meticolosi realizzati dalla città di Bordeaux mirano a… Rispondere all’emergenza climatica E contribuire a raggiungere gli obiettivi pianificati dalla Francia di ridurre le emissioni di gas serra del 55% entro il 2030. Accordo di Parigi È stato firmato nel 2015”. Dall’inizio del 2024 sono ormai stati attivati ​​i parcheggi a pagamento su quasi tutte le strade della Rive Gauche, per contrastare le auto a vuoto.

READ  Guerra diretta in Ucraina: la Nato fornisce a Kiev armi “più pesanti e nuove”.

Dall'elezione di Pierre Hormick nel 2020, sono state adottate diverse misure per regolamentare la presenza delle auto in città, come l'ampliamento e la creazione di quartieri pedonali specifici. I progetti della maggioranza ambientale mirano a questo Condividere equamente le strade »con pedoni, autobus e biciclette, che privilegiano gli spazi verdi, spiega regolarmente Didier Guingamp, vicesindaco responsabile della Natura e dei quartieri tranquilli della città, che ricorda che “Le automobili occupano il 70% dello spazio a Bordeaux anche se rappresentano solo il 30% degli utenti».


” data-script=”https://static.lefigaro.fr/widget-video/short-ttl/video/index.js” >