Maggio 29, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il Belgio può imporre prezzi alimentari più bassi come previsto dalla Francia?

Il Belgio può imporre prezzi alimentari più bassi come previsto dalla Francia?

Per quanto riguarda il settore della distribuzione, concordiamo con l’osservazione del governo francese che “Metti il ​​dito sul problemaDominique Michel, amministratore delegato di Comeos, l’associazione del settore del commercio e della distribuzione, conferma.Il problema sono gli industriali, i produttori alimentari e le grandi catene internazionali che hanno avuto margini di guadagno che sono saliti negli ultimi mesi e che non si sforzano di scendere quando certe cifre di prezzo dovrebbero scendere.“, spiega Dominique Michel. Secondo quest’ultimo, i commercianti sono”povero“Di fronte alle multinazionali che hanno il monopolio su un certo numero di prodotti che i commercianti devono avere nei negozi.

Quindi, il Belgio dovrebbe ispirarsi alla Francia e negoziare con i produttori per incoraggiarli ad abbassare i prezzi di un certo numero di prodotti? A una domanda del genere, Comus non dice di sì. “Quello che mi interessa è portare questo messaggio alle grandi multinazionali che sono in Belgio, per dire loro che anche voi dovete fare uno sforzo, altrimenti il ​​consumatore non potrà seguire e nemmeno i commercianti potranno seguireDominique Michel spiega: “Secondo Comus, il margine del rivenditore su un carrello da 100 € è di 1,20 €.” Nessuno può vivere con tali margini”, risponde Dominique Michel.

Cosa sta facendo Bruno Le Maire in Francia,”Spero che ciò non sia necessario in Belgio e che lo sforzo venga intrapreso su base volontariaDominique Michel si è lanciato nei confronti degli industriali, scommettendo di più sulla “consapevolezza del settore produttivo prima di dover intervenire politicamente”.

Ha spiegato il difficile contesto di rinegoziazione dei contratti tra negozi, fornitori e produttori. Questa difficoltà può essere vista in alcuni reparti dei negozi. Si pensi, ad esempio, ai prodotti Mondelez che da un mese scarseggiano sugli scaffali di Colruyt.

READ  Quanto guadagnano realmente gli agricoltori? Risposte dell'INSEE

Inoltre, il margine di manovra per i mercanti belgi per ottenere forniture da altrove è stato ridotto. “I commercianti belgi non sono affatto autorizzati ad acquistare i loro prodotti al di fuori del Belgio.“, osserva Dominique Michel. Per lo stesso prodotto, il prezzo indicato dal fornitore su una fattura può variare da paese a paese.”Fortunatamente, i prezzi sono molto più alti per il BelgioDominique Michel conferma.

Per quanto riguarda l’aumento dei prezzi, Comus è preoccupato anche per il progetto di riforma fiscale del governo Vivaldi, che sarà discusso durante un incontro segreto nel fine settimana del 17-18 giugno. Nei fondi del Ministero delle finanze, c’è un aumento dell’imposta sul valore aggiunto dal 6 al 9% sui prodotti alimentari, ad eccezione di frutta e verdura. “Questa è la misura da evitare, altrimenti ci sarà una massiccia perdita di attività economica dal Belgio alla Francia.Dominique Michel crede.