Maggio 25, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I pidocchi sono pochi…: la morte di un prigioniero americano per “grave negligenza”

I pidocchi sono pochi…: la morte di un prigioniero americano per “grave negligenza”

LaShawn Thompson, un senzatetto afroamericano di 35 anni, è stato arrestato lo scorso giugno dallo sceriffo della contea di Fulton, che comprende Atlanta, dopo aver sputato addosso a un ufficiale.

Il 13 settembre è stato trovato morto, emaciato, estremamente sporco e infestato da parassiti, in una cella del reparto psichiatrico del carcere locale.

Un’autopsia ufficiale aveva stabilito che la causa della morte era “indeterminata” a causa di “disturbi schizoaffettivi e bipolari”.

Luci al neon nere o accecanti nelle celle della prigione di Haren 2.0: “Possiamo imporre un dispositivo massiccio e disumano ai prigionieri”

Con i soldi del calciatore Colin Kaepernick, fortemente coinvolto nel movimento Black Lives Matter per combattere il razzismo e la violenza della polizia, la sua famiglia ha commissionato un esame medico indipendente per saperne di più.

LaShawn Thompson è morto per “complicazioni dovute a grave negligenza”, ha concluso il dottor Roger Mitchell in un rapporto pubblicato lunedì.

Secondo lui, a LaShawn Thompson sono stati prescritti farmaci per contenere la sua schizofrenia al suo arrivo in prigione, ma a quanto pare non li ha ricevuti per almeno 43 giorni, il che ha accelerato il suo declino poiché non era in grado di mangiare, bere o lavarsi senza farmaci.

Al momento della sua morte, pesava 15 chilogrammi in meno rispetto a quando è stato ricoverato, disidratato e ricoperto da uno strato di sporcizia, osserva il medico.

Il medico aggiunge che il suo corpo ospitava “innumerevoli insetti”, anche nel naso e nella bocca, oltre a “morsi multipli su braccia e gambe”, che ritiene che il gran numero di pidocchi possa aver causato la sua anemia.

In Francia, un’ex prigione è stata trasformata in… alloggi per studenti

READ  “Vergogna”, “Disastro”: i tedeschi hanno spodestato la Nazionale nove mesi prima degli Europei

Alla fine ha ceduto alle aritmie, ma questa non era una causa “naturale” della morte. “Lashawn Thompson è stato ucciso a colpi di arma da fuoco”, ha scritto, descrivendo la sua morte come “omicidio”.

In una conferenza stampa, l’avvocato della sua famiglia, Ben Crump, ha detto che la sua cella era diventata una “stanza delle torture”. “Qualcuno deve rendere conto ai propri cari”, ha detto.

“Qualcuno deve essere ritenuto responsabile per quello che è successo a mio nipote”, ha aggiunto Carew Thompson, lo zio del defunto.

Al momento, tuttavia, non sono state presentate denunce.

Secondo i giornali locali, lo sceriffo della contea ha recentemente accolto la famiglia e accettato le dimissioni di due funzionari penitenziari. Interpellato da AFP, lunedì non ha risposto immediatamente al rilascio dell’autopsia.