Febbraio 8, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I passeggeri dell’aereo dirottato Brussels Airlines si sono ribellati dopo essere stati colpiti da un fulmine: “La situazione è fuori controllo”

Questo mercoledì, un aereo in decollo da Bruxelles diretto a Tenerife è stato colpito da un fulmine a metà volo, a quindici minuti dal suo arrivo. Di conseguenza, il volo è stato dirottato d’urgenza a Las Palmas di Gran Canaria, dove i 155 passeggeri sono sbarcati intorno alle 15:30. È stato trovato un piccolo foro nella cellula. Dopo una lunga attesa, è stato deciso che il volo non sarebbe proseguito per Tenerife e sarebbe tornato a Bruxelles per un’ulteriore ispezione.

Gli esperti di Brussels Airlines e Airbus hanno stabilito che l’aereo è stato autorizzato per un altro volo., ha affermato Meike Andres, portavoce di Brussels Airlines, riferendo ai nostri colleghi di HLN. “Quindi se l’aereo vola a Tenerife, rimarrà bloccato lì. Ecco perché si è deciso di tornare a Bruxelles.. Il giorno successivo doveva essere noleggiato un nuovo volo per Tenerife.

Ma la pubblicità ha fatto infuriare i passeggeri e ha raggiunto una vera rivoluzione. “No ! No, non sto pensando!esclamano i passeggeri quando lo steward annuncia il ritorno a Bruxelles.Brussels Airlines ci costringerebbe a tornare a Bruxelles, un volo di 4 ore e 30 minuti, su un aereo con un problema tecnico, ma non voleva che volassimo altri 15 minuti a Tenerife. Questa è pura follia”.testimoniato come viaggiatore per l’HLN.

“La situazione è fuori controllo” dice un portavoce di Brussels Airlines. “Alcuni passeggeri volevano scendere completamente”.Ma la compagnia non ha potuto fornire loro servizi all’aeroporto di Las Palmas. La polizia è persino dovuta intervenire per calmare l’aereo. Alla fine, tutti sono dovuti sbarcare a Las Palmas perché lo slot di volo è stato esaurito dopo questa battuta d’arresto ei passeggeri hanno dovuto cavarsela da soli. Tuttavia, l’azienda farà in modo di rimborsare loro le spese alberghiere, e potrebbero anche chiedere un risarcimento. “È una situazione spiacevole per tutti”, ha concluso Maike Andres.

READ  Johnson & Johnson interrompono la produzione de son vaccin contre le Covid