Dicembre 6, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I belgi si riversano sui riscaldatori spaziali per “risparmiare un po’ di soldi”

Negli ultimi giorni la richiesta di stufe e altri piccoli termosifoni è stata molto forteconferma a un dipendente del punto vendita Carolo. Anche alcuni dispositivi sono esauriti.Confermato dalla cassiera del Brico de Boussu.Con noi, i riscaldatori dell’olio funzionano come torte calde in questo momento. Anche se siamo un piccolo negozio, possiamo vendere dalle tre alle quattro al giorno, il che non è niente, soprattutto perché possono arrivare fino a 200 euro.

Sebbene sia difficile determinare l’entità del fenomeno in Vallonia, sembra che i riscaldatori ausiliari siano comuni nelle famiglie.

“alternativa”

In genere, i clienti spendono spesso tra 25 e 140 euro su questo tipo di dispositivoSpieghiamo al signor Bricolage di Perwez, dove precisiamo anche che questi dispositivi sono particolarmente efficaci in stanze piccole. Ovviamente l’obiettivo principale è trovare un’alternativa per accendere il riscaldamento il più tardi possibile e/o risparmiare gasolio.

Attualmente, le persone preferiscono spegnere il liquido di raffreddamento nelle stanze più piccole e accendere il termoconvettore quando ne hanno davvero bisogno.“Stiamo ancora lavorando al Brico de Boussu. Anche se questo significa andare oltre i consigli d’uso”.Quest’anno, riteniamo che tutti i risparmi, non importa quanto piccoli, siano i benvenuti. Ad esempio, non è raro che i clienti ci dicano che preferiscono l’olio combustibile (Più economico, ndr) Al posto del combustibile liquido si consiglia di utilizzare la propria stufa a cherosene. Sanno che non possono più fare affidamento sulla loro garanzia, ma semplicemente non gli importa. Preferiscono risparmiare subito, anche a costo di rovinare il riscaldamento.