Giugno 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Guillaume Diop è diventato il primo ballerino stella nera all’Opera di Parigi

Guillaume Diop è diventato il primo ballerino stella nera all’Opera di Parigi

ILL’Opera di Parigi ha scelto Guillaume Diop come suo protagonista sabato dopo un’esibizione di Gisella A Seoul, dedicandosi alla straordinaria carriera di questo genio di 23 anni, uno dei rari ballerini neri o meticci dell’istituto.

La sua nomina è stata annunciata sul palco dell’LG Arts Center di Seoul (Corea del Sud), dove il ballerino ha interpretato per la seconda volta il ruolo di Albrecht nel balletto romantico Jean Coralli e Jules Perrot, tra gli applausi. prima ballerina Dorothy Gilbert come partner.

Da oltre un anno la giovane speranza dell’azienda, Guillaume Diop è uno dei cinque autori del manifesto Dalla questione razziale all’operascritto nel 2020 sulla scia del movimento #BlackLivesMatter, che mira a portare questa domanda “fuori dal silenzio che la circonda”.

Raramente promosso a “tema” alla fine del concorso di novembre 2022, ha raggiunto il titolo di superstar senza passare per la piazza del “ballerino principale”, come una manciata di suoi predecessori, tra cui Laurent Hilaire nel 1985, Manuel Legris nel 1986 o Matteo Gianni nel 2004.

“L’importanza di essere al lavoro”

La sua nomina arriva poco più di una settimana dopo la neozelandese Hannah O’Neill e il francese Marc Moreau, dopo una performance Balletto Imperiale a George Balanchine a Parigi. Lo ha annunciato una delegazione di Alexandre Neff, direttore generale dell’Opera di Parigi, assente a Seul, su suggerimento del direttore di danza spagnolo Jose Martinez, nominato nel 2022 in sostituzione di Aurélie Dupont.

READ  «A l'époque, j'ai perdu la garde de ma fille de deux ans parce que j'étais avec une femme»

“Ho fatto queste tre nomination in pochissimo tempo per mandare un messaggio ai ballerini, giovani e meno giovani, vecchi e giovani” e “per far capire loro l’importanza di essere sul posto”, ha spiegato a Figaro José Martinez. “Ci sono ancora tre lavori per uomini e due donne, e altri nei prossimi due anni”, ha detto. Interrogato sulla nomina di Guillaume Diop, José Martínez ha confermato che “non gli è mai venuto in mente di nominarlo a causa del colore della sua pelle”.

“Non me lo aspettavo affatto”, ha risposto la nuova stella sullo stesso giornale. “Spero che questo rassicuri i genitori dei bambini che, come me, vogliono intraprendere questa professione, ma non sono sicuro di volerne parlare. Insomma, lavoro come tutti”, ha insistito. Ha partecipato al corpo di ballo nel 2018. A Guillaume Diop sono già stati assegnati diversi ruoli da protagonista, danzando così i principali ruoli maschili in BayadirE Don ChisciotteE Il lago dei cigni et al Romeo e Giulietta.