Agosto 7, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Guerra in Ucraina: l’assassinio del capo delle forze di occupazione nella regione di Kharkiv

L’agenzia di stampa russa TASS ha riferito che l’amministrazione di occupazione nella regione di Kharkiv ha annunciato, oggi, lunedì, l’uccisione del capo dell’amministrazione cittadina di Veliky Berluk, Yevgeny Yonakov, dopo che un ordigno esplosivo è esploso sotto la sua auto.

Secondo questa fonte, questo “atto terroristico” è stato commesso da un gruppo di sabotatori ucraini che si sono infiltrati dietro le linee russe. La data dell’attacco non è stata determinata.

Il 6 luglio, i media statali russi hanno riferito per la prima volta della creazione di un’amministrazione di occupazione nella regione di Kharkiv, situata nell’Ucraina orientale e al confine con la Russia.

Quindi il funzionario responsabile della nuova amministrazione di occupazione, Vitaly Ganchev, ha confermato che quasi il 20% di quest’area era sotto il controllo delle forze russe, in particolare le città di Izyum, Volchansk e Kobyansk.

Kharkiv, la capitale della regione, resiste alle forze del Cremlino da più di quattro mesi, nonostante i bombardamenti quasi quotidiani. L’esercito ucraino ha effettuato importanti contrattacchi, con un certo successo, intorno a questa città, la seconda più grande dell’Ucraina.

Altre due amministrazioni di occupazione russe furono create nell’Ucraina meridionale, nella regione di Kherson e parte della regione di Zaporizhia, occupata dai primi giorni dell’offensiva iniziata il 24 febbraio.

Come nelle regioni separatiste dell’Ucraina orientale, il Cremlino sta praticando una politica di russificazione con l’obiettivo di una possibile annessione. Mosca ha introdotto il rublo lì e ha incoraggiato i suoi residenti a ottenere passaporti russi.