Agro Sarnese Nocerino EVIDENZA

Prima Giornata Mondiale dei Poveri, Mons. Giudice: “Adottiamo una persona o una famiglia in stato di indigenza”

indigenza

Con ancora negli occhi il suo sguardo commosso durante il rito laico officiato questa mattina a Salerno per celebrare le esequie delle ventisei giovani migranti recuperate senza vita dalle acque del Mediterraneo, le parole di Mons. Giuseppe Giudice, Vescovo della Diocesi di Nocera Inferiore – Sarno ci richiamano ad un altro importante messaggio di solidarietà e carità cristiana.

Monsignor Giudice, infatti, ha raccolto il messaggio di Papa Francesco in occasione della Prima Giornata Mondiale dei Poveri di “amare con i fatti e la verità, adottando una persona o una famiglia in stato di indigenza”.

La Prima Giornata Mondiale dedicata a chi vive gravi disagi economici prende corpo, infatti, per volontà di Papa Francesco con le parole dell’apostolo Giovanni, “Figlioli, non amiamo a parole né con la lingua, ma con i fatti e nella verità” (1 Gv 3,18).

Numerose le iniziative che singolarmente le parrocchie della Diocesi stanno organizzando per domenica 19 novembre. Per informazioni è possibile rivolgersi alla propria parrocchia, oppure consultare il sito della Diocesi.

Per l’occasione, S.E. Rev.ma Monsignor Giuseppe Giudice, ha proposto: “Ogni comunità sarà chiamata a vivere questa giornata secondo la creatività dello Spirito Santo con forme e iniziative particolari. È mio vivo desiderio progettare, all’interno del tessuto parrocchiale, l’idea di adottare una persona o un nucleo familiare che vive in uno stato di particolare indigenza, senza dimenticare quanto viene già fatto da ogni comunità parrocchiale e religiosa per sostenere, accompagnare e dare risoluzione, laddove è possibile, alle tante forme di povertà che ogni attanagliano tanti nuclei familiari”.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.