Ottobre 3, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Germania e Polonia temono una catastrofe ambientale

Questi banchi di pesci brulicanti, con la pancia in aria, potrebbero essere stati trasportati sulle spiagge vicino alla città di Schwedt, nella Germania orientale, dalla Polonia, dove i primi casi sono stati segnalati da gente del posto e pescatori dal 28 luglio.

Funzionari tedeschi, sorpresi dal loro massiccio arrivo, hanno accusato le autorità polacche di non informarle.

Anche in Polonia il governo populista di destra è sotto accusa per non aver reagito prima.

Il primo ministro Mateusz Morawiecki ha cercato di giustificarsi venerdì: “All’inizio tutti pensavano che fosse un problema locale”, ha detto nel suo podcast settimanale.

“La scala dell’inquinamento è molto grande e abbastanza grande da dire che il fiume Oder avrà bisogno di anni interi per tornare al suo stato normale”, ha riconosciuto.

“Enormi quantità di rifiuti chimici potrebbero essere state scaricate nel fiume, con piena consapevolezza dei rischi e delle loro conseguenze”, ha affermato.

Il ministro dell’Ambiente tedesco Steffi Lemke ha chiesto un’indagine approfondita per determinare le cause di questo “disastro ambientale”.

“Profondamente scioccato”

Michel Tautenhan, vice capo del Parco nazionale della Bassa Valle dell’Oder, si trova in riva al fiume, costernato verso il fiume, dove passa il confine tedesco-polacco.

“Siamo dalla parte tedesca. Abbiamo pesci morti ovunque”, ha detto all’AFP.

“Sono così scioccato… Sento che decenni di lavoro hanno rovinato (…) l’acqua è la nostra vita”, dice, aggiungendo che anche una miriade di altri animali acquatici come le cozze si sono arresi.

Fish, “È solo la punta dell’iceberg”, dice.

L’Oder è stato per molti anni un fiume relativamente pulito, che ospita circa 40 specie di pesci.

Molti – alcuni lunghi pochi centimetri, altri lunghi circa 40 cm – stanno ora galleggiando senza vita sul fiume. A volte vediamo alcuni di loro girarsi con difficoltà per provare a nuotare.

Morte “atipica”.

Le autorità ritengono che il pesce sia stato molto probabilmente avvelenato.

Le loro morti sono “insolite”, spiega Axel Vogel, ministro dell’Ambiente nello stato del Brandeburgo, considerando che “tonnellate” di pesci potrebbero essere già morte.

Spiega che le morti dei pesci sono spesso causate dalla distorsione dei livelli di ossigeno quando il livello dell’acqua è troppo basso.

“Ma abbiamo notato un aumento del livello di ossigeno per diversi giorni, il che indica che una sostanza estranea è entrata e ha causato tutto questo”, dice.

I test sono condotti in Germania per determinare la natura di questa sostanza. Le autorità hanno già segnalato segnali di livelli estremamente elevati di mercurio, che l’indagine può confermare o meno.

In Polonia è stata intentata la causa per inquinamento del fiume Oder, mentre nel Paese cresce il malcontento.

L’opposizione, le autorità locali e le organizzazioni ambientaliste hanno chiesto chiarimenti al governo, con alcuni che addirittura hanno chiesto le dimissioni dei funzionari del ministero del clima, incluso un viceministro che giovedì stava ancora incoraggiando le persone a nuotare in acqua, oppure.

“È come se fosse Chernobyl, quando, dopo il disastro, le autorità sovietiche hanno inviato persone a partecipare alla parata del Primo Maggio”, ha affermato Daniil Petrikevich, attivista ambientale del canale commerciale TVN24.

Sulle rive del fiume Oder in Germania, il sig. Tauttenhan è preoccupato per il futuro. “Se il mercurio rimarrà lì per molto tempo”, ha detto, osservando che il metallo non si disintegra e può rimanere per molti anni nei sedimenti.

READ  Guerra in Ucraina: un giornalista che tiene uno striscione viene multato