Novembre 30, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Formula 1 | Wolff: Mercedes F1 non sa perché sta procedendo in Brasile

Dopo un inizio di stagione molto complicato, la Mercedes F1 è stata premiata per tutti i suoi sforzi durante l’anno con una vittoria nel Gran Premio del Brasile di questo fine settimana, superando in astuzia la Ferrari ma anche la Red Bull.

Assente da Interlagos, Toto Wolff ovviamente ha seguito la gara della sua squadra e dei suoi piloti ed è stato felice di assistere alla prima vittoria di George Russell, seguito fino al traguardo dal compagno di squadra Lewis Hamilton.

Il leader austriaco è quindi contento che la Mercedes F1 abbia finalmente vinto nel 2022, ma ammette che il team stesso non sa esattamente perché domini così tanto la sua materia in Brasile. È anche pessimista su Abu Dhabi.

“Penso che questa prestazione sia dovuta a tutti gli sviluppi che sono stati fatti alla vettura, ma anche al buon lavoro svolto dal lato power unit, l’abbiamo raggiunto tutti insieme” ha detto il lupo.

“Siamo stati su un trend molto positivo per tre gare, ma questo significa che siamo di nuovo la squadra dominante?

“Ca devrait être bien plus difficile pour nous à Abu Dhabi, car nous avons trop de trainée aérodynamique et nous savons pourquoi. En fait, nous savons pourquoi nous sommes meilleurs. Mais savons-nous pourquoi node nous le é ? no.”

“Non abbiamo mai smesso di credere in lui”

In attesa che la Mercedes F1 analizzi le prestazioni della W13 in Brasile, Toto Wolff sta valutando la possibilità di riprendere il percorso intrapreso quest’anno. Maiale, mancanza di prestazioni, era una lunga strada da percorrere ma un vero progresso, da qui il sapore speciale del bonus.

READ  Impotenti per lungo tempo, i Blues strappano una quota in Austria grazie al loro portiere Mbappe (1-1)

“Ci sono stati momenti in cui pensavamo di aver capito perché e dove abbiamo avuto le nostre battute d’arresto, e poi ovviamente c’erano anche i fine settimana come le terme. Ma il team non ha mai smesso di credere che fossimo sulla strada giusta pur accettando di non capire sempre tutto”.

“Dimostra i valori e lo stato d’animo che ci guida e sono molto orgoglioso di ciò che abbiamo realizzato. Orgoglioso dell’organizzazione che abbiamo creato e di tutte le persone che l’hanno resa viva e che ci hanno permesso di vincere questo fine settimana .”

La politica di deposito zero si è dimostrata valida

La Mercedes F1 ha resistito alla tentazione di chiedere ai suoi piloti di rimanere in un posto dopo la safety car. Invece, a Russell è stato detto che la coppia è libera di correre ma semplicemente lo fa nel rispetto reciproco.

“Penso che come squadra abbiamo sempre difeso il freestyle e non abbiamo mai fatto diversamente a meno che un pilota non fosse sportivamente incontrastato per il campionato e l’altro.

“Non vedevamo l’ora che corressero con la stessa gomma e ne abbiamo discusso prima della gara nella riunione strategica. Alla fine quella situazione è accaduta e abbiamo visto che stava andando bene. Non c’è stata nessuna lotta con le ruote ma nessun pilota è uscito a causa di questa fine -lotta di razza.

Tuttavia, Hamilton avrà la priorità se la Mercedes F1 potrà giocare per la vittoria ad Abu Dhabi?

“Penso che Lewis non abbia bisogno di alcuna priorità e non è quello che vuole. Quel record di ottenere almeno una vittoria ogni stagione non è una priorità per lui, e quello che vuole è che riportiamo la macchina dove serve essere e correre per più vittorie l’anno prossimo e, si spera, nei tornei.

READ  Il Real Madrid poco entusiasmante ammette il pareggio bianco contro il Cadice, Hazard gioca 90 minuti interessanti