Cultura e Spettacolo EVIDENZA

Cosa guardare? Ecco i nostri consigli, da film a serie tv.

Vi segnaliamo diversi titoli tra Amazon Prime, Netflix e Sky

Anche se per il momento il cinema è un lontano ricordo (e speriamo ancora per poco) sulle varie piattaforme di streaming la programmazione sta andando avanti. Sia con film e serie tv, di cui l’uscita era già prevista, che le produzioni destinate al mondo della sala. Un modo sicuramente intelligente per poter continuare almeno in minima parte, a sostenere i costi e il lavoro che c’è dietro ogni singola progettualità.

Vediamone alcuni che potrete guardare con l’arrivo del weekend!

Su Amazon Prime Video c’è il film “Bombeshell- La voce dello scandalo”

Questo è stato uno dei titoli più attesi del 2020, che in Italia sarebbe dovuto arrivare in sala il 26 Marzo. La trama ripercorre lo scandalo che travolse Roger Ailes, fondatore di Fox News, accusato nel 2016 di molestie sessuali. In qualità di CEO del network, infatti, godeva di un potere assoluto non soltanto sulle questioni tecniche, ma anche in merito ad alcuni programmi. In particolare quello che viene fuori in maniera dirompente, è il potere che Roger Ailes utilizzava soprattutto nei confronti delle conduttrici dei programmi della Fox. Ad esempio ogni qual volta faceva i “provini” nel suo ufficio, sistematicamente chiedeva alla candidata “Alzati e fammi una giravolta” per poter osservare bene gambe e lato B.

La pellicola in America ha creato divisioni, però è stato riconosciuto il grande talento delle tre attrici protagoniste : Nicole Kidman, Charlize Theron e Margot Robbie. Le prime due in particolare interpretano due giornaliste di punta della Fox: Nicole Kidman alias Gretchen Carlson, colei che ha denunciato per prima Roger Ailes, dando il coraggio alle altre di farsi avanti; mentre Charlize Theron è Megyn Kelly, la conduttrice che in piena campagna elettorale repubblicana sfidò Trump in diretta televisiva. La nostra Charlize è quasi irriconoscibile per quanto somigli alla vera Megyn Kelly.

Sesso e potere, queste sono le chiavi di lettura principali di questo film. Attenzione però, non vi è mai banalizzazione o cadute di stile in classici stereotipi. La pellicola, infatti, si pone a metà strada fra il biopic e il film d’inchiesta, dando anche un bel colpo di coda al documentario (montando insieme alle scene anche spezzoni di filmati di repertorio). Il tutto pone l’accento esclusivamente sulla narrazione dei fatti, e si racconta per bene come siano andate le cose.

*su Sky on Demand c’è ancora la miniserie “The Loudest Voice” che tratta sempre le vicende di Roger Ailes (interpretato da Russell Crowe) però mostrando il lato ancora più cattivo del fondatore di Fox News.

Tigertail, di Alan Yang approda su Netflix

Tigertail, racconta le vicende del protagonista Pin-Jui (interpretato dall’attore cinese Tzi Ma) su due basi temporali: passato e presente. Vivendo in una situazione precaria a Taiwan, da ragazzo sognava di andare a vivere in America, per cercare un lavoro migliore e soprattutto per poter mantenere anche la madre. Anche se innamorato della sua fidanzata di allora, pur di arrivare al suo obiettivo, Pin Jui lascia Taiwan. Sposa la figlia del proprietario della fabbrica per cui lavorava,  Zhenzhen ( interpretata da Kunjue Li) e parte con lei per l’America. Qui si scontrerà con una realtà molto più dura di quello che pensava.

Quando si rientra nella linea temporale del presente, ritroviamo il nostro giovane protagonista non solo invecchiato, ma che vive di rimorsi e ripensamenti. La moglie ha deciso di divorziare e ha un pessimo rapporto con la figlia Angela. Tigertail è una metafora schiacciante di come prima o poi ci troveremo a fare i conti con le nostre scelte, alle volte prese con troppa leggerezza, e di cui non abbiamo considerato realmente le conseguenze. Del resto come diceva Lello Arena nell’amatissimo film di Massimo Troisi Ricomincio da tre: “Chi parte sa da che cosa fugge, ma non sa che cosa cerca“.

Dal trailer, il film potrebbe sembrare più occidentale di quello è. L’andamento della narrazione scorre lenta ed è stato sicuramente un azzardo del regista mantenere per tutto il film l’uso sia del cinese mandarino che dell’inglese (se non parlate la lingua orientale, il film è da vedere per forza sottotitolato). Però questo lo caratterizza ancor di più, perché ci fa sentire vicini al protagonista.

Su Sky ci sono “I Diavoli”

Se non l’avete ancora iniziata, potete ancora recuperare, dato che Sky manderà in onda gli ultimi due episodi la settimana prossima. Di questa serie se ne parlava già da un po’, attesissima dal pubblico, anche per i bei faccini di Patrick Dempsey e Alessandro Borghi insieme sul piccolo schermo.

La serie tv di dieci episodi, è tratta dal romanzo thriller di Guido Maria Brera (pubblicato da Rizzoli nel 2014). Viene fuori in maniera dirompente di come ormai le nostre vite dipendano esclusivamente dal denaro, e ovviamente da chi lo governa: le banche e quindi la finanza.

Siamo a Londra, per la precisione nella sede londinese dell’americana New York – London Investment Bank (NYL). La narrazione ruota attorno al legame alquanto forte tra il giovane Head of Trading italiano Massimo Ruggero (Borghi) e Dominic Morgan (Dempsey), CEO della banca, uno degli uomini più potenti della finanza mondiale nonché suo mentore. Se all’inizio il rapporto tra i due è indissolubile, a causa di segreti di Dominic, Massimo si troverà coinvolto in una guerra intercontinentale che travolgerà anche la sua vita personale.

Una serie in cui non si batte mai la fiacca, ma è una batteria di colpi continua, che non lascia mai nulla la caso e risulta comprensibile anche per chi non si è mai interessato alla finanza. Il doppiaggio non fa impazzire, però sicuramente è un bel trampolino di lancio a livello internazionale per Alessandro Borghi. Tra l’altro essendo il suo personaggio originario di Cetara (infatti ama cucinare piatti a base di pesce) ritroviamo scene girate sia in Costiera Amalfitana che a Cava de’ Tirreni. Un motivo in più per guardarla.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi