Febbraio 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Evita il più possibile la necessità di cure promuovendo la salute e il benessere.

nIl tuo sistema sanitario, si sente ovunque, è in crisi. Ma questo non è vero. Quello che è in crisi non è un sistema sanitario, cioè un sistema che cura la salute in tutte le sue dimensioni con l’obiettivo primario di evitare la malattia, ma un sistema sanitario. Inoltre, dipende principalmente dalle cure mediche.

Leggi anche: Il materiale è riservato ai nostri abbonati La causa della crisi del sistema sanitario è la decisione di privatizzare i servizi pubblici.

Ci sono molte ragioni storiche per questo che hanno favorito il modello biomedico di salute: la vittoriosa battaglia contro le malattie infettive, incredibili progressi negli strumenti e nell’imaging, facilità di finanziamento per servizi e prezzi basati sull’attività, deboli approcci forfettari o tariffari alla prevenzione, e l’impegno dei medici per una fonte di reddito che può essere la sua previsione è assicurata dal pagamento per atti, il salario garantito dal malthusianesimo per la formazione (la clausola numerica in manodopera da quasi mezzo secolo anche se non era l’unico scopo ), la fede nell’infinito progresso della medicina e della farmacia, nonché nelle capacità illimitate di pagare le nostre assicurazioni sociali, Drammatico abbandono della salute mentale, perché non è facilmente accessibile per mettere insieme gli affari.

Insomma, un sistema che risale al passato, i cui difetti, seppur congeniti, sono stati a lungo ignorati: a causa della tariffa per il servizio, è aumentata la concorrenza piuttosto che la cooperazione tra le istituzioni sanitarie tra di loro e con la medicina cittadina; disadattamento alle malattie croniche e degenerative oggi prevalenti; mancanza di risorse per la ricerca; crescenti disparità sociali e regionali; Cattiva salute nell’istruzione. Egoismo nel consumo di cura e ignoranza dei termini della solidarietà.

READ  Emergenza - Sanità: fino a 5 ore in attesa di un'ambulanza

Il processo è nei tubi dell’organo

La situazione è grave, e la crisi punta innanzitutto sull’allarmante carenza di medici e infermieri in ospedale come in città. Le specialità sono interessate: psichiatria, cardiologia, reumatologia, ginecologia, pediatria e molte altre. Ovunque i ritardi nell’ottenere un appuntamento aumentano… fino a sei mesi, fino a un anno… portando a situazioni tragiche – e questo comincia ad essere seriamente documentato – alla perdita della possibilità di sopravvivenza.

A ciò si aggiungano le difficoltà nel fornire alcuni medicinali di largo impiego. La crisi è profonda e sistemica, interessando tutti gli aspetti del nostro sistema sanitario. Questo non cambierà domani. Anche se fosse possibile, ci vorrebbe tempo. Improvvisamente, ci siamo resi conto che non sarebbe stato poi così male evitare il più possibile il bisogno di cure promuovendo la salute e il benessere.

Hai ancora il 62,65% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.