Maggio 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Editoriale: è ora di mettere un po’ d’ordine nell’opaco mondo degli influencer

Editoriale: è ora di mettere un po’ d’ordine nell’opaco mondo degli influencer

A loro ea loro (perché questa “professione” ha molte ragazze e donne) è stato dato il nome di altruisti. In effetti, coloro che si presentano come creatori di contenuti sono spesso ridotti a banner pubblicitari umani. Solo un nuovo tipo.

I marchi, grandi o piccoli, hanno rapidamente riconosciuto l’interesse nel far parlare di loro attraverso questo diverso tipo di scrittura. Soprattutto perché colpisce un target particolarmente hackerabile ma che non consuma o non consuma più pubblicità vecchia: i giovani. In questa giungla in cui la tecnologia ha prevalso sulla legge, scoprirai trucchi seri ma anche sottili e semplici.

Dopo una guerra di trincea tra i rapper Bouba e Magali Berda il presidente, infine l’ex presidente, molti influencer e politici francesi, in Francia ma anche in patria, hanno finalmente messo il naso in un business tanto lucroso quanto a volte oscuro. È giunto il momento che promuovere il consumo di alcol e prodotti alimentari che sciolgono soprattutto il tuo conto in banca e persino la chirurgia plastica senza il minimo filtro (almeno per quanto riguarda l’adeguatezza del contenuto…) sia un rischio reale per un pubblico giovane e non necessariamente consapevole dei rischi. Non c’è motivo per cui questo nuovo modo di comunicare, che utilizza le nuove tecnologie, non debba essere soggetto alle stesse regole etiche della pubblicità.

READ  Il Quebec esposto a incendi "senza precedenti" e foschia arancione a New York (foto)