Giugno 21, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Ecco il film che ha vinto la Palma d’Oro al Festival di Cannes 2024: “Ci ha spezzato il cuore”

Ecco il film che ha vinto la Palma d’Oro al Festival di Cannes 2024: “Ci ha spezzato il cuore”

Il regista Sean Baker ha ricevuto sabato la Palma d’Oro all’età di 53 anni per “Anora”, un thriller newyorkese che si sposta dai bassifondi alle lussuose ville degli oligarchi russi e annuncia una rinascita del cinema indipendente americano. “Questo film è meraviglioso e pieno di umanità (…) Ci spezza il cuore”, ha detto la presidente della giuria e regista di “Barbie” Greta Gerwig prima di consegnargli il premio.

“Per tutta la vita, il mio obiettivo è stato quello di andare a Cannes”: il regista Sean Baker ha fatto di meglio vincendo sabato la Palma d’Oro con “Anora”, un film su una prostituta, ambientato in un ambiente che lo affascina.

Non è la prima volta che il 53enne americano, con il suo aspetto giovanile, viene scelto per partecipare al Festival di Cannes. Ma questa volta il festival ha assaporato la vitalità del suo emozionante film, che si sposta dal ventre di New York alle lussuose ville degli oligarchi russi.



La versione del 2024 della fiaba di Cenerentola presenta la rivelazione, l’attrice Mickey Madison, nel ruolo di una prostituta.

Dedicato a un cineasta indipendente come lui, che è nato tardi e ha mangiato a lungo una mucca pazza prima di farsi un nome.

È stato introdotto al cinema da sua madre, un’insegnante, e ha trovato ispirazione all’età di sei anni quando ha visto Boris Karloff interpretare Frankenstein.



READ  "È un onore per me": Donald Trump ha creato un account TikTok, dopo aver tentato di vietare l'app
-->



“Da quel momento in poi, è diventato assolutamente un cliché: film in Super 8, film con videocamera, cineforum delle scuole superiori, torturare mia sorella per convincerla a recitare nei miei film”, ha detto al Guardian nel 2017.

È ovvio che finirebbe per studiare cinema alla New York University e realizzerebbe il suo primo film, Four Letter Words. Ma cade in ogni tipo di trasgressione e diventa dipendente dall’eroina.

“Ho perso molto tempo. Ecco perché se guardi i miei coetanei, hanno 10 anni meno di me. Ho passato un periodo difficile.”





Fuori dai guai, Sean Baker si aggrappa alla sua passione, sforzandosi di “rimanere nell’industria cinematografica, anche se è solo in disparte”. “Voglio parlare di editing di video di matrimonio, filmati aziendali, e ad un certo punto stavo trascrivendo” videocassette e DVD, dice a thecreativeindependent.com.

ufo

Per ironia della sorte, questo fan di John Cassavetes, Ken Loach e Mike Leigh è diventato noto al grande pubblico grazie a un film girato interamente su iPhone, “Tangerine”, uscito nel 2015.

Questo UFO cinematografico, visto al Sundance e a Deauville, racconta il viaggio di due prostitute transessuali durante una folle giornata a Los Angeles.

Ambientato nel 2017, “The Florida Project” segue la storia di una bambina che vive in uno squallido hotel alla periferia di Disney World e di sua madre che vive a fatica.

Oltre alla presenza di Willem Dafoe in questo film, la “ricetta” di Sean Baker si basa anche sulle sue scelte ai margini dello star system, su Instagram e perfino al supermercato.

READ  L'Ucraina annonce avoir repris une ville symbolique aux force russes

Per la porno star di “Red Rocket” (2021), ha ingaggiato un attore che non era destinato a finire sulla scalinata di Cannes: Simone Rix, che ha fatto un cameo in “Scary Movie”. Le fece un test in cinque minuti al telefono.

Questa volta, con ‘Anora’, il film parla ancora una volta di una prostituta. Anche Sean Baker temeva che il suo film avrebbe suscitato polemiche, ma l’accoglienza entusiastica al Festival di Cannes gli ha assicurato che “il mestiere più antico del mondo” era ancora impressionante.

“È bello e un po’ sorprendente, perché sembra che il film non sia stato così controverso come pensavo”, ha detto Sean Baker all’AFP. Tuttavia, “in questo momento abbiamo a che fare con argomenti molto controversi”.

“Anora” segue Annie, una spogliarellista di New York e giovane figlio di un ricco russo, che si sposa per capriccio a Las Vegas, con grande rabbia dei parenti di quest’ultimo. Il film prende una svolta comica quando un trio di mafiosi arriva a casa dei novelli sposi.

Sean Baker crede che siamo tutti affascinati dal lavoro sessuale. Perché sta accadendo “proprio sotto i nostri nasi, che ce ne accorgiamo o no”.

“Possiamo esplorarlo all’infinito”, ha detto il regista, che ama i personaggi imperfetti che affrontano gli stessi problemi di tutti gli altri. “Non posso scrivere una storia su una puttana dal cuore grande”, dice ancora.






READ  Presidente 2022: qui Emmanuel Macron sceglierà come Premier o Première ministre?