Maggio 25, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

E3: Perché Microsoft, Sony e Nintendo non vanno al più grande spettacolo di videogiochi?

E3: Perché Microsoft, Sony e Nintendo non vanno al più grande spettacolo di videogiochi?

Il 2023 è stato l’anno del grande ritorno testa a testa dell’E3, il più grande spettacolo dedicato ai videogiochi. Ma dopo anni difficili a causa del COVID, il futuro non sembra così roseo. La nuova versione dello spettacolo non sarà così grande come sperato.

Infatti, i tre maggiori attori del mercato, Microsoft, Sony e Nintendo, si distingueranno per la loro assenza. Le tre società hanno deciso di non recarsi al Los Angeles Convention Center dal 13 al 16 giugno, per continuare quello che stanno realizzando da diversi anni. Sono più conferenze personali.

Nintendo ha abituato i giocatori al Nintendo Direct, che trasmette regolarmente su Youtube quando la Grande N ha annunci da rilasciare (si parla anche di un Direct per il 7 febbraio, con Zelda in particolare nel programma). Sony offre anche conferenze dedicate, State of Play. Anche Microsoft ha seguito questa tendenza, come è avvenuto di recente con Il Developer Direct è stato rilasciato alla fine di gennaio.

In breve, perché aspettare fino a giugno per fare annunci quando puoi farlo da solo, a un costo inferiore e con un programma più flessibile? Quindi questo nuovo successo per l’E3 era previsto. Inoltre, molto prima della pandemia, il rating dello spettacolo era già in calo. Altri eventi sono stati più reattivi negli ultimi anni. Pensiamo soprattutto ai Games Awards, in particolare al Summer Games Festival.

Quest’ultimo, che offre demo e pubblicità, dovrebbe essere seguito solo online. Ed è già stata confermata l’uscita del 2023. Avrà luogo l’8 giugno, pochi giorni prima dell’inizio dell’E3. In breve, sarà difficile per lo spettacolo fare la differenza quest’anno.

READ  Dopo le dita, i nostri occhi per interagire con gli smartphone?