Maggio 19, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“È molto più semplice rispetto a 20 anni fa”: Vincent Talucci svela cosa è cambiato nel mondo dell'umorismo

“È molto più semplice rispetto a 20 anni fa”: Vincent Talucci svela cosa è cambiato nel mondo dell'umorismo

Questo venerdì il famoso comico Vincent Talucci è stato ospite di Thomas de Bergek nel programma mattutino di “bel RTL”. Il presidente della Federazione belga dei professionisti dell'umorismo è tornato in particolare sul grande cambiamento che ha interessato il mondo dell'umorismo: i social network.

Per molti comici, uno dei maggiori problemi è raggiungere un pubblico generale. Per Vincent Talucci e i comici della sua generazione la televisione era il mezzo preferito, e oggi non è più così. “La nuova generazione di comici non ha bisogno della televisione, questa è la mia teoria, perché i social network possono riempire le sale. Considerano la televisione un vantaggio. Dobbiamo il nostro successo alla televisione e non è più così, né automaticamente“, spiega il più giovane dei due fratelli.

Secondo Vincent Talucci oggi è anche più facile dedicarsi all'umorismo. “Nel 2024, chiunque voglia entrare nel mondo dell'umorismo è, francamente, molto più facile rispetto a 20 anni fa. Il fatto è che ce ne sono molti, perché è più facile. Penso che il numero degli artisti sia decuplicato in cinque anni e quello che sta succedendo nel mondo dell'umorismo è impressionante. D'altra parte, visto che sono di più, mi rendo conto che per distinguersi dalla massa devono avere una personalità molto assertiva o un'idea giusta che l'altro non aveva.“, nota il comico.



Altri vantaggi dei social network: accessibilità e natura libera. “Prima dovevamo fare campagne di affissione e cercare di andare in TV. Grazie ai social network non ci sono costi“, nota Vincenzo Talucci.

READ  Dimezzato numero di clienti e fatture: Mark è preoccupato per il futuro della sua professione, minacciata dall'intelligenza artificiale

Anche i comici della nuova generazione approfittano dei “comedy club” per mettersi alla prova sul palco. “Penso che il trend della stand-up comedy interessi l'80% della nuova generazione di comici. Possono andare in posti molto piccoli per testare le battute e non devono avere uno spettacolo di un'ora e mezza“, conclude Vincenzo Talucci.