Luglio 4, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Dubbi sul nuovo acceleratore di particelle giganti

Quando il più grande e potente acceleratore di particelle, il Large Hadron Collider (LHC), vicino a Ginevra, parte per la terza fase degli esperimenti, il suo successore si prepara. E se l’LHC è soprannominato “Il Signore degli Anelli”, come si qualifica il suo erede? Dieci volte più potente, producendo mille volte più collisioni e installato in un tunnel tre volte più grande (91 chilometri contro 27), l’FCC, per il Futur Circular Collider, è impressionante.

A Parigi, dal 30 maggio al 3 giugno, una conferenza ha valutato questo progetto, che non è stato ancora deciso ufficialmente. È in corso uno studio di fattibilità che sarà condotto nel 2025 per alimentare una ferma decisione dell’Organizzazione europea per la ricerca nucleare (CERN), che gestisce il progetto, intorno al 2028. Dopo due anni, la costruzione dell’anello sotterraneo, tra 140 e 230 metri di profondità, saranno cunei, soprattutto in Francia, tra il Giura e le Alpi con un passo sotto il lago di Ginevra e sul confine settentrionale di Annecy. Le prime collisioni sono previste nel 2045. Questi includeranno elettroni ma non protoni, che sono più pesanti come nell’LHC. Arriveranno intorno al 2070. “È un’infrastruttura per un secolo!”, ha osservato Tor Rubenheimer, un membro del progetto FCC, sul podio della conferenza.

Leggi anche: Questo articolo è riservato ai nostri iscritti La fisica sull’orlo del collasso?

Soprattutto da quando i primi studi sono iniziati dieci anni fa. Queste idee hanno impiegato molto tempo per prendere piede. Abbiamo affrontato un vento contrario, Continua a conoscere Alan Blundell e Patrick Janot, i direttori scientifici del progetto, seduti su una panchina soleggiata presso l’Abbazia di Cordeliers durante una pausa dalla conferenza. Questa mattina ho avuto il piacere di ascoltare queste esibizioni esaltando i vantaggi della macchina. Fa tutta la fisica che vuoi ed è migliore delle altre proposte. » In meno di due minuti di funzionamento, produrrà la stessa quantità di particelle, dipendente dalla “Z”, dell’acceleratore del Large Electron-Positron Collider (LEP) in sette anni (tra il 1989 e il 1995)…

READ  BELLUS Health annuncia il lancio di un'offerta pubblica di azioni ordinarie in Canada e negli Stati Uniti

La Cina in classifica

Ma non tutti gli ostacoli sono stati superati. Lo studio di fattibilità dovrà valutare l’esatto sito, il progetto dell’impianto, i vincoli di ingegneria civile, le infrastrutture (strade, evacuazione macerie, ecc.), gestionali (aree protette, permessi, ecc.), ambientali e finanziari. Il costo di costruzione è stimato in 10,9 miliardi di franchi svizzeri (10,6 miliardi di euro), o circa il costo dell’LHC, ma il CERN ha solo la metà di quel budget. “Sono iniziate le discussioni per sollecitare questi fondi dai paesi ospitanti (Francia e Svizzera), Stati membri del CERN, non membri o fondi speciali”.Fabiola Gianotti, Direttore Generale del CERN, ha spiegato in apertura del convegno.

Hai ancora il 39,54% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.