Maggio 24, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Donald Trump attacca i “pazzi” repubblicani: “Sono l’unico candidato che può promettere di prevenire la terza guerra mondiale”

Donald Trump attacca i “pazzi” repubblicani: “Sono l’unico candidato che può promettere di prevenire la terza guerra mondiale”

Con le elezioni presidenziali del 2024 che incombono, sabato Donald Trump ha avvertito di essere l’unico candidato in grado di salvare gli Stati Uniti dai democratici “guerrafondai” e dai “fanatici e idioti” del Partito Repubblicano, durante il grande raduno annuale di Hezbollah. I conservatori americani si sono riuniti a Washington.

Gli americani erano nel bel mezzo di una “lotta epica per salvare il nostro Paese dalle persone che lo odiano”, ha detto l’ex presidente degli Stati Uniti, citando una nazione in ginocchio, nell’ultimo giorno del CPAC, una grande conferenza politica organizzata questa settimana nella periferia di Washington.

Fox News ha ripetuto le bugie presidenziali di Trump del 2020, ammette l’uomo d’affari Murdoch

Donald Trump, che a novembre ha formalizzato la sua candidatura alle elezioni presidenziali del prossimo anno, ha parlato per quasi quaranta ore, senza risparmiare nessuno, compreso il suo stesso schieramento.

“Avevamo un partito repubblicano gestito da capricci, neoconservatori, internazionalisti, bigotti e idioti senza confini”, ha detto, citando diverse figure di spicco del partito.

Trump ha affermato che gli elettori americani sono stanchi di “tese politiche bipartisan ingegnerizzate, interessi speciali marci e politici amanti della Cina” e sostenitori di “interminabili guerre straniere”.

“Intraprenderemo una terza guerra mondiale se non accadrà presto nulla”, ha avvertito, dopo aver rifiutato esplicitamente gli aiuti statunitensi all’Ucraina.

“Sono l’unico candidato che può fare questa promessa: impedirò la terza guerra mondiale”, ha affermato l’ex presidente, sconfitto dal democratico Joe Biden nel 2020.

Il CPAC è stato fino a poco tempo fa il principale raduno di leader conservatori negli Stati Uniti, ma è stato completamente inghiottito dal movimento di estrema destra “Make America Great Again” di Donald Trump, con esperti che ora soprannominano l’evento “MAGApalooza”.

READ  Un destroyer de la flotte russe a chassé de ses eaux territorials un sous-marin nucléaire américain, affermare la Russie, les Etats-Unis démentent

“Sta distruggendo il Paese”: tra critiche e lodi, Donald Trump non si è risparmiato il discorso sullo Stato dell’Unione di Biden

Tristezza

Donald Trump ha detto alla folla: “Finiremo quello che abbiamo iniziato, altri quattro anni, altri quattro anni!”

L’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump parla durante la messa solenne del governatore a National Harbor (USA) il 4 marzo 2023

© Afp

L’edizione 2023 del CPAC ha visto molti discorsi di alcuni dei trumpisti più impegnati del paese, anche se diversi potenziali candidati per il 2024 e leader repubblicani hanno saltato la convention.

Se l’importanza di questo incontro non è stata così unanime tra i conservatori da rendere quasi deserti alcuni interventi, le file dell’aula sono state ben riempite durante il discorso di Donald Trump.

In sostanza, l’ex presidente ha ripetuto la stessa sfilza di teorie complottiste sui brogli elettorali e sulla giustizia americana, che ha preso dalla “sinistra radicale”, dice, che rispolvera ad ogni apparizione pubblica.

Al CPAC venivano venduti cappelli, bandiere, tazze e altri oggetti. Quasi tutte le chicche sono rivolte esclusivamente ai lealisti di Trump.

Sono la tua voce

Prima del discorso di Donald Trump, molti relatori sono saliti sul palco per esaltare i loro principi cristiani e trascurare, nel corso dei loro discorsi, le teorie del complotto e la retorica anti-trans.

Il governatore repubblicano della Florida Ron DeSantis e l’ex vicepresidente di Donald Trump Mike Pence hanno saltato l’evento, evitando i fischi dei fan dell’ex presidente.

L’ex ambasciatore degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite Nikki Haley parla durante la messa solenne del Partito conservatore degli Stati Uniti a National Harbor (USA) il 3 marzo 2023

© Afp

Ma la folla ha ripetutamente criticato la sua unica rivale repubblicana nella corsa per la Casa Bianca, Nikki Haley, durante e dopo la sua apparizione alla convention di venerdì.

“Non saranno elezioni eque”, ha detto all’AFP Mike Lindell, imprenditore della cospirazione di Trump, a proposito delle elezioni presidenziali del 2024.

“Ma quando il 90% delle persone in questo paese vuole Donald Trump, dovrebbe vincere comunque, anche con un’elezione storta”, ha aggiunto.

Prima di salire sul podio, Trump ha dichiarato di aver vinto il referendum sulla convention dei leader repubblicani con il 62% dei voti. Molto più avanti del suo rivale, Ron DeSantis, che ha ottenuto solo il 20% dei voti.

“Nel 2016 ho dichiarato: sono la tua voce. Oggi aggiungo: sono il tuo guerriero. Sono la tua giustizia. E a coloro che sono stati offesi e traditi: sono la tua punizione”, ha lanciato Trump davanti a un botteghino.