Giugno 20, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Dieci consigli per prendersi cura della propria salute ormonale

Dieci consigli per prendersi cura della propria salute ormonale

Cos’è una buona salute ormonale?

Ciò significa un livello di ormoni che non è né troppo alto né troppo basso perché possano fare normalmente la loro parte. Uno squilibrio nel livello degli ormoni sessuali può portare a problemi di fertilità, ad esempio, ma anche all’osteoporosi. Le malattie endocrine derivanti da disturbi ormonali includono obesità, diabete, tumori come il cancro al seno e alla prostata, malattie della tiroide, ecc.

Perché gli ormoni sono così importanti per la salute?

Gli ormoni sono messaggeri biologici che circolano attraverso i nostri corpi dicendo ai nostri organi cosa fare. Ci aiutano a sviluppare, gestire lo stress, controllare il nostro metabolismo e regolare la nostra vita sessuale, in particolare. Esistono oltre cinquanta ormoni, prodotti da diverse ghiandole, ognuna con una funzione essenziale. Ad esempio, l’insulina, che viene secreta dal pancreas, svolge un ruolo importante nella regolazione dei livelli di zucchero nel sangue (zucchero nel sangue). E stiamo ancora scoprendo cose nuove.

Qual è la percentuale della popolazione colpita?

Si stima che tre quarti delle persone svilupperanno una malattia endocrina durante la loro vita. I disturbi metabolici come il diabete, l’obesità e i disturbi della tiroide sono i più comuni.

La percentuale di francesi con un problema ormonale continua a crescere a causa dell’esposizione agli interferenti endocrini e in particolare dei cambiamenti nei nostri stili di vita sempre più sedentari. I giovani di oggi soffrono di più problemi ormonali rispetto alle generazioni precedenti. Si vive anche più a lungo e con il passare degli anni aumenta il rischio di sviluppare un problema ormonale.

READ  Assurance santé animaux: un choix à étudier

Possiamo davvero mantenere la nostra salute ormonale?

Sì, ampi studi epidemiologici hanno dimostrato che è possibile mantenere la propria salute ormonale adottando uno stile di vita più sano. L’attività fisica è fondamentale perché aiuta l’organismo a produrre ormoni ea renderli più efficienti, soprattutto l’insulina. Pertanto si consiglia di esercitare, da 1,5 a 2,5 ore a settimana. La seconda raccomandazione: mangiare cibi sani per evitare disturbi metabolici. Ciò significa limitare il più possibile gli alimenti trasformati grassi e zuccherati e i grassi saturi e mangiare molta verdura fresca, frutta e cereali integrali. Si consiglia inoltre di dormire almeno 7 ore ogni notte senza interruzioni, perché durante il sonno vengono secreti alcuni ormoni, soprattutto quelli che regolano lo stress.

È possibile prevenire alcune carenze ormonali?

Sì, attraverso il cibo. Questa è la nostra quarta raccomandazione: mangiare cibi ricchi di iodio come frutti di mare, uova e latticini per evitare problemi alla tiroide. Mangiare cibi ricchi di calcio come yogurt, mandorle, fagioli e verdure a foglia verde scuro aiuta a proteggere le ossa dall’osteoporosi, il cui rischio aumenta con la menopausa. Questa è la nostra quinta raccomandazione. E il sesto è legato alla vitamina D. Ed è consigliabile assicurarne l’assunzione mangiando regolarmente pesce grasso come sardine e salmone e assumendo integratori alimentari come l’olio di fegato di merluzzo, in autunno e in inverno quando l’esposizione al sole è bassa.

Cosa sono gli interferenti endocrini?

Queste sono sostanze che interferiscono con la produzione e l’azione degli ormoni. È meglio ridurre il più possibile l’esposizione a queste sostanze e, per farlo, ecco tre raccomandazioni aggiuntive: in primo luogo, evita gli imballaggi di plastica per avvolgere cibo e bevande e non metterli mai nel microonde. Migliora la qualità dell’aria nella tua casa aspirando e ventilando regolarmente per ridurre la presenza di particelle e polvere. Infine, controlla le etichette prima di acquistare prodotti per la pulizia e cosmetici ed evita quelli contenenti ftalati, parabeni e triclosan in particolare.

READ  Scadenza. Gli adolescenti odorano di capra e lo dice la scienza

Qual è il tuo decimo consiglio?

Non aspettare una consultazione se hai i primi segni di una malattia endocrina: aumento o perdita di peso inspiegabile, sensibilità al freddo, cambiamento dell’appetito, capelli e unghie fragili, affaticamento, pelle secca e squamosa, depressione o sete eccessiva.