Gennaio 22, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Di fronte all’aumento dei prezzi dell’energia, il fotovoltaico può evitare bollette troppo alte

Le celle fotovoltaiche sono una soluzione per evitare bollette elettriche eccessivamente alte? Con i prezzi dell’energia in aumento, l’investimento sembra saggio e molti belgi hanno deciso di prendere la decisione. Nelle ultime settimane sono aumentate le richieste degli installatori.

Finanziariamente, era ovvioPhilip Van Loo rivela. Di recente ha installato dei pannelli fotovoltaici sul tetto della sua casa e i primi risultati si sono subito avvertiti sulla sua bolletta: “Abbiamo installato 29 pannelli per circa 10.000 euro e questo ha ridotto la nostra bolletta energetica di oltre 100 euro al mese. Era il caso prima dell’aumento del prezzo dell’elettricità e la riduzione sarà ancora maggiore con i nuovi prezzi. Prezzi“, Avviso.

Bella riduzione che ha notato anche Giovanni Carbone. Dall’installazione dei suoi dipinti, non ha speso quasi nulla per le sue energie: “Inizialmente pagavo 220 euro al mese per gas ed elettricità. Oggi pago solo l’affitto del contatore, una ventina di euro al mese. Quando ricevo il mio estratto conto a fine anno ho 0 euro, quindi non pago più luce e gas.

Anche le aziende si rivolgono al fotovoltaico

I privati ​​non sono gli unici a rivolgersi all’energia solare, molte aziende hanno anche fiutato l’accordo giusto per tagliare i costi.

È il caso in particolare dello spazio Coorking Business Center Ecoly a Namur, dove attendiamo con impazienza la fine dell’inverno: “Una volta arrivati ​​i raggi del sole, i nuovi pannelli fotovoltaici dovrebbero permetterci di risparmiare molto. Abbiamo investito in 1.200 pannelli solari che prevediamo produrranno 400.000 kilowatt di elettricità ogni anno. Si stima che riusciremo a risparmiare 60.000 euro di elettricità all’anno per un investimento di oltre 300.000 euroe Dettagli di Paul de Sauvage, amministratore delegato dell’Echolis Business Village.

READ  Google nasce a Farciennes e investe 500 milioni di euro a Saint-Ghislain

Questo investimento, questa società potrà recuperare in qualsiasi momento data l’attuale situazione di mercato: “Inizialmente tale investimento doveva essere ammortizzato in 6-7 anni. Con l’aumento dei prezzi, crediamo che ridurremo il nostro periodo di ammortamento, quindi è un’ottima scelta.Paul de Sauvage conclude.

Alta domanda ma nessun ritardo

Gli installatori fotovoltaici vedono un aumento della domanda e non si aspettano che diminuisca nei prossimi mesi: “Il prezzo dell’energia dovrebbe rimanere al livello attuale per il prossimo anno, intorno ai 180 €/MWh. Si tratta di un livello che diminuirà gradualmente nel 2023 e nel 2024. Ci aspettiamo una normalizzazione ma non torneremo mai allo stesso livello precedente. In termini di attività, ciò significa che avremo molto lavoro da fare per il 2022-2023‘”, si riferisce a Benoit Fosséprez, amministratore delegato di Green Energy.

Nonostante l’aumento della domanda, le aziende sono in grado di seguire l’esempio. Le scadenze per l’installazione dei pannelli fotovoltaici non sono state prorogate.