Aprile 20, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Decrittazione – La forsennata ascesa dell'estrema destra in Europa: stabilità e pace minacciate?

Decrittazione – La forsennata ascesa dell'estrema destra in Europa: stabilità e pace minacciate?

L’immigrazione è anche ciò che ha spinto l’estrema destra in Italia. C’è anche una crescente sfiducia nel funzionamento della democrazia, come spiega Pierre Vercauteren.

Infine, i partiti di estrema destra oggi cambiano strategia, soprattutto con Tom van Greken del Vlaams Belang o Jordan Bardella del Rassemblement National in Francia, che hanno i volti del “perfetto genero” e attraggono una nuova generazione di partiti. Elettori.

L’estrema destra dominerà le elezioni europee?

In GermaniaNegli ultimi sondaggi d'opinione il partito di estrema destra Alternativa per la Germania è al secondo posto con il 21% delle intenzioni di voto. In FranciaUn sondaggio condotto da Ipsos mostra che il partito Rassemblement National, guidato da Marine Le Pen, è in vantaggio alle elezioni europee con il 29%.

In tutti questi paesi, l’estrema destra ha stabilito una presenza permanente sulla scena politica. L’unico cambiamento in Europa: Polonia. Nel Paese, dopo 8 anni al potere, la destra conservatrice intransigente è stata sconfitta dall’opposizione centrista. Ma il Partito Populista è ancora molto forte in Polonia.

Con noi dentro BelgioI sondaggi d'opinione indicano che Vlaams Belang otterrà circa il 28% dei voti alle prossime elezioni. Pierre Vercatrin spiega: “Secondo i sondaggi d'opinione, si avverte un aumento, ma bisogna notare che c'è pluralismo nell'estrema destra. Esiste almeno un'estrema destra che è specifica per ogni paese a seconda dello sviluppo del paese. Ad esempio, il l’estrema destra in Italia è diversa da quella in Ungheria”..

È anche possibile che vi siano delle particolarità all'interno dello stesso paese, come ad esempio nel caso della Francia: “L’estrema destra di Eric Zemmour non è la destra del Raggruppamento Nazionale”.“, definisce il mondo politico. Quindi ci sono diversi gradi di estrema destra. Possiamo facilmente notarlo osservando gli striscioni di vari partiti di estrema destra al Parlamento europeo.

READ  'Rumore di mitragliatrice': gli eletti francesi spaventati dai petardi saltano dalla finestra | anormale

Così gli italiani di Fratelli d'Italia e i polacchi del PiS fanno parte del gruppo dei Conservatori e Riformisti europei. Proprio come i rappresentanti eletti del “Partito dei finlandesi”. Gli affiliati europei e italiani della “Ligue” e dei Paesi Bassi sono invece anche il “Partito della Libertà” associato al gruppo “Identità e Democrazia” (ID), nella società francese “Rally Nazionale” (RN). esempio.

Il partito ungherese Fidesz di Viktor Orbán è stato escluso dal gruppo del Partito popolare europeo (PPE) nel marzo 2021 e da allora si è ritrovato tra quelli non registrati. Così come hanno fatto diversi parlamentari francesi del Fronte Nazionale che hanno lasciato questo gruppo politico per unirsi al partito “Recovery” guidato da Eric Zemmour.

In ogni caso, secondo i sondaggi d'opinione, nel Parlamento europeo si dichiara l'estrema destra e l'estrema destra. In questo contesto, ottenere la maggioranza sarà senza dubbio più complicato, soprattutto per quanto riguarda l’elezione del prossimo presidente della Commissione europea.

Focus su alcuni paesi: il caso della Spagna dove l'estrema destra sta guadagnando terreno in alcune regioni

In Spagna, anche se l’estrema destra non è riuscita a prendere il potere, sta ancora guadagnando terreno. Il partito di estrema destra Vox entrerà al governo di una quinta regione spagnola, Murcia, grazie all'accordo di coalizione concluso con il Partito Popolare (a destra).

La questione si è conclusa con un accordo tra i due partiti per formare un governo di coalizione guidato dal presidente uscente della regione, mentre il partito Fox si assumerà la responsabilità della sicurezza e dei lavori pubblici e beneficerà della carica di vicepresidente della regione.

Questo accordo porta a 5 il numero delle regioni spagnole guidate da una coalizione di estrema destra, dopo Castiglia e León dallo scorso anno, Valencia, Estremadura e Aragona.

Oltre alle cinque regioni su 17 in cui il PP e Vox hanno concluso un'alleanza di governo, questi due partiti hanno raggiunto accordi in una decina di grandi città della Spagna. Questi accordi hanno sollevato molte critiche, soprattutto tra la sinistra.

READ  La Russia vieta la vendita del suo petrolio ai paesi che utilizzano i massimali di prezzo da febbraio

Il caso dell’Italia, guidata da un governo di estrema destra

“Pronti” o “pronto” in francese. Questo è lo slogan del partito politico “Fratelli d'Italia”, che ha formato una coalizione con “Lega” e “Forza Italia” (ndr, il partito di Berlusconi). Dall’ottobre 2022, il partito di estrema destra, ultraconservatore e nazionalista è “preparato” a governare l’Italia dopo le elezioni.

Fratelli d'Italia (FdI), guidato da Giorgia Meloni dal 2014, è un partito considerato post-fascista. Contro l'immigrazione, rivendica la sovranità nazionale e la tradizione. Il partito, la forza trainante del paese, ha ricevuto il 26% dei voti nelle recenti elezioni italiane, rivelando un aumento significativo del voto di estrema destra del paese.

Il caso della Finlandia, dove l’estrema destra fa parte del governo

In Finlandia l’estrema destra non guida il governo, ma ne fa parte. L'attuale primo ministro, che appartiene ad un partito di centrodestra, governa in coalizione con un partito di estrema destra, il Partito dei Finni, che è arrivato secondo alle ultime elezioni con il 20,1% dei voti.

Una delle caratteristiche principali del Partito Finlandese è la promozione di una visione identitaria della società finlandese. I suoi ottimi risultati alle ultime elezioni le hanno permesso di ottenere diversi incarichi nel governo, tra cui quello di vice primo ministro presso il suo capo, Reka Bora, che eredita anche la finanza.

Il caso della Svezia, con il sostegno dei partiti di estrema destra

In Svezia, la situazione è un po’ diversa, poiché i Democratici svedesi (SD), fondati da nazionalisti, compresi i neonazisti, sostengono il governo senza parteciparvi. In pratica, ciò significa che il partito vota le leggi proposte dal potere esecutivo e contribuisce a determinare la sua linea politica, ma nessuno dei suoi ministri proviene dalle sue fila.

READ  L'armée russe se rapproche de Kiev pour "décapiter" le pouvoir, selon Washington

Il partito di estrema destra è arrivato secondo nelle elezioni legislative dell'11 settembre ed è stato membro della coalizione elettorale di destra e di estrema destra uscita vittoriosa dalle elezioni. Ma perché non possono far parte del governo? In particolare, alcune parti di questa coalizione politica hanno rifiutato di vedere membri dell'estrema destra al governo, il che le ha impedito di partecipare direttamente.

L'esecutivo svedese è quindi guidato da Ulf Kristersson (moderati, liberali conservatori), e anche i ministri provengono dai cristiano-democratici (conservatori) e dai liberali (socialliberali).

Questo aumento minaccia la stabilità in Europa?

In 9 dei 27 paesi dell’Unione Europea, l’estrema destra ha superato il 20% nelle recenti elezioni legislative. Questo aumento minaccia la stabilità e la pace in Europa? Per Pierre Vercauteren, “Finché non hanno la maggioranza, anche se ci fosse una spinta, non è un problema immediato”.

E' qualificato: “Tuttavia, l'estrema destra sta avanzando e questo indebolisce gli altri partiti, che devono trovare più coalizioni. Lì può essere più complicato”.

E il Belgio?

In Belgio bisogna distinguere tra Fiandre e Vallonia, spiega Pierre Vercauteren. “Da parte fiamminga, secondo i sondaggi, il Vlaams Belang sembra essere sulla buona strada per diventare il partito leader nelle Fiandre, con tutta la sua forza”.“, spiega il politologo.

In Vallonia la situazione è diversa: “Una piccola spinta dell'estrema destra non è impossibile da parte vallone. Ma l'estrema destra può avere alcuni cantoni e province, senza guadagnare seggi, ed essere così il primo partito vallone.”Aggiunge.

È chiaro che l’ascesa al potere dei partiti di estrema destra in Europa, che sostengono il nazionalismo, l’anti-immigrazione e l’euroscetticismo, non è destinata a fermarsi. L’estrema destra costituisce oggi gran parte del panorama politico europeo.