Febbraio 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Non abbiamo idea di come abbia ottenuto questa merda.”

Insieme ai nostri colleghi di La Voix Du Nord, Jean-François e Stéphanie, genitori del piccolo Loan, oggi invitiamo le famiglie a vaccinare senza indugio i propri figli contro la meningite B.


di video

Cos’è successo a tuo figlio?

Stephanie: “Il 30 dicembre, Loan si è lamentato di mal di testa, febbre alta e ha vomitato una volta. Non aveva fotofobia (aumento della sensibilità alla luce, ndr), e nessun torcicollo… Essendo un’infermiera, ho pensato che fosse il influenza. La sera stava meglio quando andava a letto. Si sentiva di nuovo male intorno alle 3:30 del mattino, e ho visto una macchia rossa sul suo dito, che pensavo fosse porpora. Siamo andati al pronto soccorso. Una volta è arrivato in ospedale, le sue condizioni sono peggiorate, Prestito è finito in terapia intensiva dove si è trasferito L’équipe ha fatto un lavoro impressionante, ma forse era già troppo tardi… È stato accettato il 31 dicembre e siamo partiti il ​​5 gennaio. “

Sai come può contrarre questa malattia?

Jean-François: “Non abbiamo idea di come abbia avuto questa assurdità… Dove? Quando? Come? È un mistero che ci rode. Le nostre vite sono cambiate in 12 ore. La mattina del 30, faceva ancora jogging… L’Azienda sanitaria regionale ci ha contattato (ARS) il 3 gennaio, quando è stato identificato ufficialmente il meningococco B, includendo persone che Loan aveva incontrato nei giorni precedenti.Come noi e il nostro secondo figlio, credo che gli siano stati prescritti antibiotici per due giorni. “Non è andato a scuola, era una vacanza scolastica. Ha fatto coming out parecchio, e stava rivedendo il suo diploma di maturità francese. Era un ragazzo gentile, gigante e tranquillo…”

Sapevi qualcosa di questa malattia prima della tragedia?

Stephanie: “Devo essermi imbattuta nella meningite B tre o quattro volte nei miei 25 anni di carriera… Il problema è che quando ti cade addosso, non è perdonato. Non muori necessariamente per questo, ma le conseguenze sono grave. Sapevamo che alla fine dello scorso anno sono emersi casi nella zona di Strasburgo. Abbiamo anche sentito parlare del ragazzino di Marpent. Ho la sensazione che ci stia succedendo qualcosa in questo momento.”

Jean-François: “Il nostro desiderio è soprattutto quello di lanciare un messaggio di prevenzione. Le persone oggi ci chiedono cosa possono fare. Vuoi fare qualcosa per noi? Vaccina i tuoi figli contro la meningite B. Conosco il vaccino – cosa che non sapevo so che esisteva – non è a portata di mano, ma è L’unico modo per prevenire il meningococco B e le sue complicanze. Se questo è il prezzo della vita, non esitare. Non vogliamo che nessuno passi attraverso quello che ci è successo. »

READ  Un fuoco d'artificio è rimasto incastrato nei suoi vestiti ed è esploso prima che la sua famiglia potesse rimuoverlo (video).