Maggio 29, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

De Bruyne, killer Gunners – Premier League – J33 – Manchester City – Arsenal (4-1).

De Bruyne, killer Gunners – Premier League – J33 – Manchester City – Arsenal (4-1).

Era una partita finale. Chi vince può prendere in mano il proprio destino ed eventualmente decidere le sorti del torneo. Sul prato dell’Etihad Stadium questo mercoledì solo una squadra – il Manchester City – si è finalmente presentata con le idee chiare e piena di testa, mentre l’altra, l’Arsenal, ha passato la serata a fare da sacco da boxe. Nella trance mancuniana spiccava un uomo: Kevin De Bruyne. In tutte le buone mosse, disseziona il belga con ogni mezzo possibile per difendersi Arsenale che non ha trovato una soluzione per fermarlo. Doppio marcatore e passante nel raggiungere gli Stones, KDB ha consegnato una delle migliori partite della sua stagione in perfetto orario, perché allo stesso tempo Erling Haaland è stato frustrato per molto tempo fallendo davanti alla gabbia di Aaron Ramsdal.

Ruoli invertiti con Haaland

Non ci è voluto molto perché iniziasse lo spettacolo: dopo sette minuti il ​​norvegese trova un primo varco per il suo fantasista, che si infila tra gli uomini di Arteta e pareggia da fuori area. Imprendibile per il portiere dell’Arsenal, che ha destato ancora più preoccupazione per Haaland, che ha dovuto aspettare fino al 94esimoH minuto per aprire il suo bancone. Prima di allora, KDB ha avuto il tempo di mettere una palla millimetrica al cranio di John Stones per il gol del break, e di reggere due gol nel secondo tempo aprendo di nuovo con grazia il piede contro l’impotente Rupp Holding. Ogni pallone toccato dal rossonero mancuniano sembrava un inferno per la difesa ArsenaleChe hanno sofferto più che mai l’assenza di William Saliba tra le loro fila e l’integrazione del leader avversario con il suo marcatore.

“E’ normale, infatti, quando penso a me stesso, penso a cosa piace al mio compagno di squadra. Giocare con Erling è diverso che giocare con Raheem Sterling o Julian Alvarez. È un giocatore solido, potente, a cui piace prendere spazio. Cerco di giocare come piace a lui e di adattarmi a lui”.Dopo la parte al microfono di Canal+, De Bruyne ha detto della sua efficacia con Haaland, doppio passaggio questo mercoledì. Tuttavia, il risultato di KDB era prevedibile: con due gol in serata, ora ha otto gol in undici partite contro l’Arsenal, la squadra contro la quale ha segnato più gol in carriera. L’impressione prodotta di forza e calma allo stesso tempo è piuttosto sorprendente, e la Federazione non ha mancato di dare un caloroso benvenuto al suo comandante quando è partita.

READ  La palla allo scoperto, lo schiacciamento del giocatore, le liti con l'arbitro... La partita tra Kyrgios e Tsitsipas peggiora a Wimbledon!

Slancio a favore del City?

Pertanto, la grandiosa prestazione del belga lo consente Cittadini Per tornare solo a brevi distanze dall’Arsenal, pur giocando ancora due partite. In altre parole: le forze di Guardiola controllavano senza dubbio il loro futuro in campionato. Senza colpe, e difficilmente immaginabili data la loro forma attuale, i mancuniani potrebbero ritrovare un trono che gli sfuggiva da mesi.

Lo slancio è sicuramente cambiato da parte sua, anche se De Bruyne vuole essere ancora molto attento per il momento: “Sapevamo che oggi era una grande partita. La cosa più importante era giocare bene e vincere. So che ora tutti diranno che il City vincerà, ma non è così facile. Abbiamo ancora sette partite e dobbiamo anche giocare contro il Real Madrid prima di affrontare il Chelsea, e dobbiamo essere pronti per domenica. So che è un po’ un cliché, ma è la verità. Il programma è così duro che non puoi pensare a cosa succederà tra poche settimane”. Quindi non si tratta di una deriva, anche se, con un KDB a questo livello, è difficile vedere come il Manchester City non possa vincere tutto entro la fine della stagione.

Valutazioni Manchester City-Arsenal